SorridiMi in corsia, i clown fra i bambini ricoverati

I clown di SorridiMi Aps hanno portato gioia ai bambini della Cardiochirurgia pediatrica del Policlinico San Donato, riducendo ansia e stress legati alle terapie. L'iniziativa, organizzata da Gsd Foundation, ha puntato sull'umanizzazione delle cure.

Gradita sorpresa, ieri mattina, per i bambini della Cardiochirurgia pediatrica del Policlinico San Donato. A fare capolino in reparto sono stati i clown dell’associazione SorridiMi Aps, che hanno riempito di stupore i volti dei piccoli pazienti, regalando a tutti un momento di leggerezza e divertimento. I volontari di SorridiMi hanno così contribuito a rendere più gradevole la permanenza ospedaliera dei giovani ricoverati, distraendoli dalla loro situazione medica, riducendo l’ansia e lo stress legati alle terapie.

Il servizio di clownterapia, fanno sapere dal Policlinico, si è svolto in piccoli gruppi e con estrema attenzione ai bisogni dei singoli pazienti, nel rispetto delle condizioni individuali. I volontari, esperti in tecniche d’improvvisazione comica verbale e non verbale, hanno saputo mettere in campo varie forme di approccio, adattandosi all’età dei pazienti e alle differenze linguistiche e culturali. Al termine del servizio c’è stato un momento di condivisione, tra i rappresentanti dell’associazione e il personale, per valutare le ricadute dell’iniziativa. L’evento era organizzato da Gsd Foundation, associazione del Gruppo San Donato che si occupa anche di umanizzazione delle cure. Iniziative analoghe a quella di ieri hanno portato nel reparto calciatori, cantanti e volontari travestiti da Superman.A.Z.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro