Acqua e fango in via Padre Monti (Lapresse)
Acqua e fango in via Padre Monti (Lapresse)

Milano, 5 luglio 2018 - Il Seveso è esondato nella notte, alle 3.10, e alle 6.15 è rientrato sotto i livelli. Lo rende noto il Comune di Milano spiegando a che dalla mezzanotte era attivo il Centro operativo comunale (Coc) con le squadre di Protezione civile, Polizia locale, MM e Amsa pronte a entrare in azione. Il canale scolmatore di Palazzolo era già aperto. L'impennata è stata a Cesano Maderno dove nel corso della notte e l'acqua in circa mezz'ora è salita rapidamente oltre i livelli di guardia. Dalle prime ore del mattino  si è svolta la fase di pulizia delle strade dal fango: subito riaperto alla circolazione viale Sarca, poco dopo è toccato anche a viale Fulvio Testi, rimasto chiuso fino a poco prima delle 9 nelle due direzioni di marcia tra via Cà Granda e viale Marche. Operativo il mercato di via Val Maira.

A seguito dell’esondazione del Seveso, Atm ha modificato i percorsi di diverse linee del trasporto pubblico che attraversano le zone Isola, Fulvio testi e Suzzani. La linea 5 in direzione Ca' Granda ha terminato le corse in viale Lunigiana. Attivi bus di collegamento tra viale Lunigiana e viale Testi\Cà Granda; la linea 7 in direzione Lagosta ha terminato le corse in viale Testi/Santa Monica. Attivi bus di collegamento tra piazzale Lagosta e viale Testi\Santa Monica; la linea 86 in direzione Ca' Granda M5 ha terminato le corse in via Venosta. Rallentamenti per le linee nelle zone limitrofe tra le quali i tram 2, 4 e bus 42, 51, 52, 86, 87. Regolari tutte le metropolitane: aperte le stazioni M5 e M3 aperte, seppur con acqua all’interno in particolare nella stazione di Istria, e qualche accesso è stato chiuso.

Resta attiva fino alla mezzanotte di oggi l'allerta meteo per possibili esondazioni, anche se le perturbazioni e i temporali non dovrebbero riguardare il bacino del fiume. Durante la giornata, per le attività legate all'allerta meteo, sono state impiegate otto squadre della Protezione civile, due squadre di MM servizi idrici e 69 pattuglie di Polizia locale. Mentre i lavori di pulizia sono stati condotti da Amsa che, dalle ore 3 di stamane e fino alle ore 18, ha impiegato 101 risorse, 63 mezzi e fra questi 13 lavastrade e 11 spurgo pozzetti che hanno operato sui tombini invasi dal fango. Le squadre saranno operative anche stanotte per terminare il lavoro sui marciapiedi e i passaggi pedonali. Domani verranno pulite le vasche di via Valfurva e nei prossimi giorni anche gli spazi sotto le autovetture.