Scuole, municipio, piazze e parchi. Accese su Vanzago 130 telecamere

Completata l’installazione: 11 i varchi di lettura delle targhe. Il sindaco: videosorveglianza,. territorio sotto la lente. .

Undici varchi di lettura delle targhe installati in tutte le vie d’accesso al Comune e 130 telecamere nei luoghi sensibili, come scuole, Municipio, cimitero di via Ferrario, la piattaforma ecologica di via Donatori del sangue, piazze e parchi: da oggi il "grande fratello" di Vanzago sarà integralmente attivo. Completata l’installazione in varie fasi, terminati i lavori di collegamento all’energia elettrica, il sistema di videosorveglianza diventa realtà. Le telecamere sono passate da 63 a 130, di queste 26 sono state installate nel parco della Filanda, in quello di via Assisi, in via Del Lazzaretto, in via Leonardo da Vinci e nel parchetto tra via Arsiero e via Ferrario. L’intervento rientra nel progetto “Parchi sicuri” al quale lo scorso anno era stato riconosciuto un contributo regionale di 80mila euro su una spesa complessiva di 109mila 800 euro. "Le telecamere consentiranno di monitorare le aree di maggior aggregazione sul territorio, saranno un deterrente agli episodi di vandalismo che in passato si sono verificati. e consentiranno alle forze dell’ordine di acquisire informazioni utili per identificarne i responsabili", dichiara il sindaco Guido Sangiovanni. Nell’ambito del progetto sono state rinnovate alcune telecamere tra le più vecchie in particolare quelle della scuola primaria Neglia e del centro sportivo Raimondi, è stato acquisito un nuovo server per la gestione delle immagini.

I varchi d’accesso che rientrano nel progetto di riqualificazione di tutta la rete di illuminazione pubblica sono stati installati in via Madonnina, via Giovanni XXIII, via Monte Rosa, via Milano, via Pregnana, via Garibaldi, via Monte Grappa, via Sabotino, via Primo Maggio, via Roma- via Isaia. Si tratta di telecamere di ultima generazione che riprendono ogni veicolo in ingresso sul territorio. Le immagini vengono inviate con dei ripetitori fino alle antenne localizzate sulle nuove torri faro installate da Città Metropolitana e da lì con la nuova fibra ottica fino in municipio. Il comando della polizia locale è dotato di un programma che in tempo reale riconosce la targa del veicolo. Il sistema è collegato anche al database ministeriale che raccoglie i dati relativi alla copertura assicurativa e allo stato di revisione dei veicoli, quindi è in grado di segnalare eventuali situazioni di irregolarità rispetto alle regole di circolazione stradale. "Il sistema è capace di riconoscere i veicoli inseriti nelle cosiddette ‘black list’, cioè veicoli rubati o segnalati dalle forze dell’ordine, in modo da attivare controlli immediati", conclude il sindaco.

Roberta Rampini

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro