Scoperta carrozzeria abusiva, clienti sanzionati. Denunciati per reati ambientali i due meccanici

Carrozzeria abusiva scoperta e posta sotto sequestro a Settimo Milanese. Due uomini marocchini denunciati per reati ambientali legati all'attività illecita. Proprietario dell'immobile indagato.

Una carrozzeria abusiva è stata scoperta e posta sotto sequestro dalla polizia locale di Settimo Milanese. Gli agenti, nell’ambito di un servizio di controllo del territorio, hanno notato all’interno di un capannone di via Schiaparelli 12, due uomini di nazionalità marocchina, senza precedenti, mentre svolgevano abusivamente l’attività di autofficina e carrozzeria. Al momento del blitz gli agenti hanno trovato sette macchine, nessuna di provenienza furtiva, sulle quali i due ‘improvvisati’ carrozzieri-meccanici stavano lavorando. I veicoli sono stati restituiti ai proprietari, sanzionati amministrativamente per aver dato in riparazione il proprio veicolo ad autofficina non autorizzata. Gli agenti hanno scovato all’interno del capannone anche cumuli di rifiuti potenzialmente pericolosi, tra cui 17 motori di veicoli accatastati, una quarantina di copertoni, olio esausto. Tutto è stato posto sotto sequestro insieme all’intera area. I due marocchini sono stati denunciati alla procura della Repubblica del tribunale di Milano per i reati ambientali legati al deposito del lubrificante e degli pneumatici.

Sotto sequestro anche le attrezzature e i materiali. Al vaglio degli inquirenti la posizione del proprietario dell’immobile, italiano. Considerato il numero di veicoli, motori e l’attrezzatura, i due carrozzieri abusivi avevano sicuramente tanti clienti, svolgevano il lavoro a prezzi molto bassi facendosi pagare in nero. Ro.Ramp.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro