MASSIMILIANO MINGOIA
Cronaca

Scalo romana, Municipio 5 in campo: "Più verde e via Lorenzini a 30 all’ora"

Opere di urbanizzazione del Villaggio olimpico. Il parlamentino: diminuire i prezzi per le nuove case

Un rendering del Villaggio Olimpico che sorgerà nella zona di Scalo Romana

Un rendering del Villaggio Olimpico che sorgerà nella zona di Scalo Romana

Milano – Sì alla realizzazione delle opere di urbanizzazione intorno al Villaggio olimpico allo Scalo Romana, in particolare gli interventi relativi a via Lorenzini (da via Adamello a via Ripamonti) e all’intersezione della stessa con Via Ripamonti. Ma con una serie di paletti per migliorare il progetto fin qui presentato, a partire da una diminuzione dei prezzi delle case a uso residenziale destinate a ospitare famiglie e giovani dopo i Giochi invernali Milano-Cortina 2026.

Il Consiglio del Municipio 5 approva una delibera che prova a suggerire qualche modifica al progetto urbanistico che dovrebbe cambiare il volto dell’area del Villaggio olimpico realizzato da Coima Sgr. Il primo paletto fissato nella delibera si riferisce al viale alberato in via Lorenzini: "Si raccomanda di porre attenzione al lato sud di via Lorenzini al fine di ottenere che, seppur con specie arboree diverse, lo stesso si presenti speculare al lato nord". Secondo: "Si raccomanda un pieno raccordo e una compiuta integrazione/unitarietà architettonico-paesaggistica fra gli interventi di urbanizzazione da realizzare legati al Villaggio Olimpico e quelli derivanti dall’attuazione del PII Romana".

Il terzo paletto punta a "favorire nel disegno degli interventi anche puntuali la pedonabilità della via Lorenzini: o gerarchizzazione della via Lorenzini con velocità a 30 km/h; o progressiva eliminazione dalla carreggiata della sosta su strada nel perimetro del Villaggio e compensazione della stessa con parcheggi interrati". Quarto: "Incremento del numero di attraversamenti lungo via Lorenzini". Quinto: "Realizzazione/riqualificazione dei marciapiedi, delle ciclabili e delle aree verdi".

Il sesto paletto chiede di "revisionare il convenzionamento degli edifici ad uso residenziale del Villaggio olimpico, in ragione dei cambiamenti intervenuti a riduzione della sostenibilità dei costi dell’abitare nella città di Milano, affinché siano destinati, post Giochi olimpici, anche ad abitazioni con canone calmierato per famiglie, giovani coppie e chiunque ne abbia necessità secondo i criteri che saranno successivamente indicati dal Municipio 5".