Rivoluzione in cinque riflettori. Muri “parlanti“ per avvicinare ai cibi

Migliorare le mense predispone ai pasti: il progetto pilota dalla primaria Giusti alla D’Annunzio. E il Barbarisotto conquista anche i piccoli. Nel 2023 acquistate 9.767 tonnellate di materie prime.

Rivoluzione in cinque riflettori. Muri “parlanti“ per avvicinare ai cibi

Rivoluzione in cinque riflettori. Muri “parlanti“ per avvicinare ai cibi

I muri delle mense parlano: raccontano le ricette di quello che i bimbi stanno assaggiando, accompagnano scelte alimentari più sane. "Anche migliorare l’ambiente predispone al pasto": così la vicesindaco e assessore all’Educazione Anna Scavuzzo racconta i primi risultati di un esperimento cominciato da cinque refettori nelle scuole Giusti, D’Annunzio, Vespri Siciliani, Forze Armate e Corridoni insieme a Milano Ristorazione. In media sono stati investiti circa 70mila euro a refettorio.

"Prima ci siamo dedicati alla sicurezza dei luoghi in cui si consuma il pasto, alla loro funzionalità e accessibilità – continua Scavuzzo – ora li rendiamo più belli e funzionali, perché creare un clima positivo ha un impatto". Ieri, in occasione della Green Food Week, organizzata da Foodinsider, è stato promosso in tutte le scuole un menu “green“, con al centro prodotti a chilometri zero come il riso prodotto dalla cascina Battivacco, nel quartiere Barona, e lo yogurt della cascina Campazzo, all’ingresso del parco del Ticinello. Oltre 64.600 i pranzi serviti. È stato stimato anche l’impatto ambientale: 140 tonnellate di anidride carbonica equivalente contro una media di 222 tonnellate prodotte. Un test è stato fatto nell’ala rinnovata nella Giusti (seguiranno interventi anche nei due refettori gemelli): attenzione ai colori, dall’impiattamento alle pareti, e cura nel racconto per avvicinare i bambini a prodotti che spesso non assaggiano di default, per abitudine. "Ci vuole del tempo – sottolinea la vicesindaco –, ma degli accorgimenti possono aiutarci, com’è stato fatto con il cavolfiore e ora con la barbabietola: abbattiamo il muro di cristallo delle verdure". È stata sviluppata anche una nuova ricetta, il “Barbarisotto“ - risotto con la barbabietola - che ha ottenuto il 78% di gradimento ed è stato realizzato un opuscolo didattico per gli insegnanti.

In occasione della commissione consiliare ieri è stata presentata anche un’analisi della situazione della ristorazione scolastica. I luoghi in cui si consuma un pasto a Milano sono 599 disseminati in tutta la città, 151 nelle scuole primarie, 203 nelle scuole dell’infanzia, 56 nelle medie e 181 nei nidi. I refettori sono 183, coprono una superficie complessiva di 46mila metri quadrati. Pannelli decorativi e informativi possono essere utilizzati.

Nel 2023 sono state acquistate 9.767 tonnellate di materie prime, da 69 fornitori, 18 le filiere corte, come quella del pane che viene da Vercelli, viene trasformato a Lecco e panificato ad Assago.

Si.Ba.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro