Rissa alla stazione Garibaldi. Botte vicino ai binari, tre denunciati

La lite partita in piazza Freud tra due giovani è degenerata coinvolgendo più ragazzi. Una vetrina in frantumi. Indagati due marocchini di 17 e 23 anni e un egiziano di 18. Ad agosto era stato sfregiato un diciannovenne.

Rissa alla stazione Garibaldi. Botte vicino ai binari, tre denunciati
Rissa alla stazione Garibaldi. Botte vicino ai binari, tre denunciati

Una lite tra due giovani in piazza Freud, davanti alla stazione Garibaldi, è degenerata coinvolgendo più persone. Botte, spintoni e lanci di bottiglie tra due fazioni hanno seminato il panico sabato sera alle 21 rendendo necessario l’intervento della polizia e di un’ambulanza. Nessuno è rimasto ferito (solo uno dei ragazzi è stato visitato sul posto). Alla fine stono stati denunciati per rissa due ragazzi di 23 e 17 anni italiani di seconda generazione, di origine marocchina, mentre un egiziano di 18 anni è stato indagato per danneggiamento dopo aver distrutto la vetrina di un bar della stazione. Accompagnato in Questura per l’identificazione anche un marocchino di 19 anni.

Stando a quanto ricostruito finora, all’origine c’è una lite per cause ancora da chiarire tra i due ragazzi di 17 e 23 anni, che prima hanno iniziato a discutere sul piazzale della stazione e poi, nel giro di pochi minuti, sono passati alle mani. Una scena che ha spaventato diversi passanti, che hanno allertato la polizia. I primi a intervenire sono stati gli agenti del Reparto Mobile. Nel frattempo, però, il litigio tra i due giovani era sfociato in rissa tra due fazioni, dato che svariati ragazzi si erano uniti per dare manforte all’uno o all’altro. Ancora da verificare quante siano state le persone effettivamente coinvolte. Fatto sta che da piazza Freud i due gruppi sono entrati in stazione rincorrendosi, creando scompiglio nell’atrio e poi in banchina, accanto al binario 14, dove sono anche volate bottiglie. Nella foga, uno dei giovani ha distrutto la vetrina di un bar. Rissa conclusa con l’intervento delle Volanti, tra il fuggi-fuggi generale. Uno dei coinvolti è stato medicato dal 118 ma ha rifiutato il trasporto in ospedale. Tre i denunciati: il 17enne e il 23enne, marocchini, e il 18enne egiziano accusato di aver rotto la vetrina.

Non è la prima volta che l’area della stazione finisce sulle pagine di cronaca per rissa o aggressioni, anzi. Domenica 22 ottobre alle 20.30, un ucraino di 23 anni era stato picchiato da tre persone e accompagnato in ospedale. Fermato poi uno degli aggressori, 27enne senza fissa dimora del Mali, denunciato per rissa in concorso. Più grave quanto accaduto a Danylo Shydlovskyi, connazionale di 19 anni, che sempre in piazza Freud era stato sfregiato al volto con un taglierino dalla fronte fino al mento la sera dello scorso 6 agosto, al rientro da una gita. I responsabili sono riusciti a scappare.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro