LAURA LANA
Cronaca

Restyling, nuovo reparto, posti letto. L’ospedale Bassini "si allarga"

Lavori agli sgoccioli, in arrivo la Neuropsichiatria infantile. Russo: punto di riferimento per Milano e hinterland

Restyling, nuovo reparto, posti letto. L’ospedale Bassini "si allarga"

Restyling, nuovo reparto, posti letto. L’ospedale Bassini "si allarga"

Sono mesi di grande lavoro per l’Ospedale Bassini. L’11 settembre ha riaperto la chirurgia e lunedì sarà la volta del secondo reparto di degenza. Nei prossimi mesi, invece, saranno attivati nuovi presidi sanitari, per un nosocomio sempre più al centro della sanità metropolitana e regionale. "In questi giorni si stanno completando i lavori di riqualificazione di tutto il percorso chirurgico del Bassini. L’intervento ha riguardato il blocco operatorio e i due reparti di chirurgia - ha spiegato Tommaso Russo (nella foto), il commissario che da quest’estate guida l’Asst Nord Milano dopo la scomparsa prematura della direttrice Elisabetta Fabbrini -. Il primo reparto, con 23 posti letto, è stata riattivato in questi giorni, mentre il secondo, con altrettanti posti, verrà messo in funzione il 25 settembre. Possiamo in questo modo offrire un percorso di eccellenza in ambienti rinnovati e accoglienti". Solo settimana scorsa, sempre nell’ospedale cinesellese, è stato inaugurato il robot per le operazioni di protesi al ginocchio, il primo in Lombardia a essere utilizzato in un polo pubblico. Ma le novità non finiscono qui. Entro dicembre saranno completati anche i 6 posti letto di terapia intensiva e altri 6 posti letto per la terapia toracica. Sempre entro la fine dell’anno ci sarà l’istituzione del reparto di Neuropsichiatria infantile, che insisterà sul recupero e sulla riabilitazione.

"Abbiamo già trovato il primario e riqualificato gli ambienti - ha annunciato Russo -. Nel periodo dopo il Covid questo disagio, che già iniziava ad avere dimensioni importanti, è emerso in maniera ancora più forte. Il Bassini diventerà un punto riferimento di tutto il territorio di Milano e provincia. Abbiamo questa responsabilità di dare una risposta su un vasto bacino". A parte l’Ospedale San Paolo, la provincia milanese non ha infatti ulteriore offerta su questo segmento. L’adeguamento del quinto piano era iniziato a marzo con un investimento di 280mila euro: il nuovo reparto ospiterà 10 persone, in camere singole, oltre a spazi sicuri per la socializzazione, per le attività terapeutiche, come lo yoga, e anche per la scuola e i compiti. "In queste settimane ho apprezzato la grande professionalità da parte degli operatori sia come direzione e strategia sia come personale: hanno tutti una motivazione molto forte - ha sottolineato Russo -. Abbiamo tante sfide, come il completamento delle case di comunità tra gennaio e febbraio".