Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
22 mag 2022

Regionali, Fontana decide "entro l’estate"

Sala candidato? Per Renzi "fossi in lui vedrei un orizzonte nazionale", mentre il Movimento 5 Stelle propone "l’alternativa progressista"

22 mag 2022

Nomi, coalizioni (eventuali) e affondi. Apertura anche al dialogo, in certi casi. Le elezioni regionali 2023 sono argomento caldo. "Fontana già sta lavorando, siamo già al lavoro sui progetti. Dopo il Covid, la Lombardia fortunatamente è tornata a correre più di tutti in Italia e, se corre la Lombardia, corre tutta Italia". Così si è espresso il leader della Lega Matteo Salvini, intervenuto all’assemblea di Lombardia Ideale, il movimento civico nato nel 2019 dalla Lista “Fontana Presidente”, al Palazzo delle Stelline. C’è convergenza sul suo nome (Fontana è stato prosciolto la settimana scorsa dall’inchiesta sui camici) da parte degli alleati del centrodestra, Forza Italia e Fratelli d’Italia. E soddisfazione da parte del segretario nazionale Salvini. "A me – ha proseguito – interessa che la squadra di Regione lavori compatta, poi quando ci sarà il timbrino ufficiale, può essere domani o fra sei mesi, a me interessa poco". Sollecitato dai giornalisti su quando deciderà, il governatore Attilio Fontana ha risposto: "Prima dell’estate sicuramente".

Argomento “elezioni“ toccato anche dal leader di Italia Viva, il senatore Matteo Renzi, che al Teatro Franco Parenti ha presentato il suo libro dal titolo “Il mostro“ (Piemme). "In Lombardia vediamo cosa accadrà da qui al 2023" ma se si voterà per le regionali, così come nel Lazio, lo stesso giorno delle politiche "la mia impressione è che se saremo in coalizione alle politiche andremo in coalizione anche alle regionali e viceversa". Quanto all’ipotesi che il candidato del centrosinistra alla presidenza della Regione sia Carlo Cottarelli: "Non lo so se lo vedrei". E l’ipotesi Giuseppe Sala candidato? "È un ottimo sindaco, è stato un ottimo manager. Fossi in lui avrei in mente un orizzonte nazionale". Renzi ha partecipato alla scuola di formazione politica della Lega. "Ho chiesto – il commento di Salvini – di invitare persone anche per portare pareri opposti ai nostri. Detto questo, abbiamo modi di fare politica lontani anni luce". Mentre lavora "a un fronte progressista per costruire una reale alternativa" Giuseppe Conte, capo politico del Movimento 5 Stelle, che con un videomessaggio ha aperto il tour #SaliAbordo a Bergamo; le altre tappe: Varese (28 maggio), Pavia (18 giugno) e Milano (2 luglio), prima di ripartire a settembre. "Non possiamo dimenticare il dramma vissuto dalla vostra regione che ha evidenzato una politica sanitaria non all’altezza della situazione. Ci sono state carenze in Lombardia della giunta Fontana". E "Lavoriamo a una proposta – parole di Nicola Di Marco, capogruppo del M5S Lombardia – che non solo sia in grado di unire tutte le forze politiche di opposizione ma soprattutto di coinvolgere tutti i cittadini".

Marianna Vazzana

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?