Rapine e furto a Paderno Dugnano: 33enne torna in cella

In appena 5 giorni, un 33enne italiano uscito di prigione a maggio ha messo a segno 4 colpi: 3 rapine e un furto. I carabinieri lo hanno arrestato su ordinanza del Tribunale di Monza. Dovrà rispondere delle accuse di furto e rapina.



Rapine e furto a Paderno Dugnano: 33enne torna in cella

Rapine e furto a Paderno Dugnano: 33enne torna in cella

Tre rapine e un furto in appena cinque giorni. Ha ripreso subito a delinquere un 33enne italiano che solo a maggio era uscito dal carcere, dopo aver scontato 7 anni. I carabinieri lo hanno arrestato su ordinanza del gip del Tribunale di Monza, dopo i 4 colpi messi a segno in modo seriale ai danni di alcuni negozi di Paderno Dugnano. Il provvedimento nasce da un’articolata attività di indagine, che ha visto l’analisi incrociata degli episodi in una farmacia, due bar e un supermercato tra il 14 e il 19 luglio. Grazie al vaglio delle immagini delle telecamere, si è appurato il copione ripetuto dal 33enne. Il malvivente, durante le 3 rapine (farmacia, un bar-pasticceria e supermercato), si introduceva all’interno dei locali durante l’orario di apertura, armato di coltello da cucina e con il volto travisato da un casco integrale o da una sciarpa, cappello e occhiali.

Poi, sotto minaccia, arrivava dietro al bancone e si faceva consegnare l’incasso dal negoziante: è stato calcolata una somma complessiva di oltre 1.100 euro tra i 3 colpi. A farlo identificare dai carabinieri è stato però l’ultimo episodio, quello del 19 luglio. In questo caso si era introdotto di notte all’interno di un bar, forzando e infrangendo il vetro della porta d’ingresso e asportando dal registratore di cassa quasi 800 euro. Il 33enne era stato scarcerato il 19 maggio, dopo 7 anni di reclusione per svariati reati tra cui rapine e fatti estorsivi ai danni della madre. Il 21 luglio era stato ancora arrestato in esecuzione di un’ordinanza di custodia emessa nei suoi confronti per maltrattamenti sempre nei confronti della madre. Ora dovrà rispondere anche delle accuse di furto e rapina, che gli sono state contestate in questo breve periodo di libertà. La.La.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro