Raid di vandali a scuola. Pc rubati e olio sui banchi

Nuova incursione alla primaria Diaz di via Crocefisso. Danni anche al Trotter

Raid di vandali a scuola. Pc rubati e olio sui banchi

Raid di vandali a scuola. Pc rubati e olio sui banchi

Ancora vandali alla scuola primaria Diaz di via Crocefisso, zona Colonne di San Lorenzo. Dopo il primo raid della settimana scorsa, tra sabato e domenica c’è stata una nuova incursione di ignoti che stando a quanto appreso dal Giorno hanno rubato tre computer, staccato lim – le lavagne interattive multimediali – e spalmato colla e olio sui banchi.

Non c’è pace, insomma, per questo complesso del pieno centro che già era stato espugnato da vandali. Sempre sconosciuti, che prima si sarebbero intrufolati più volte nel cortile per giocare a pallone (seminando spazzatura tra cui bottiglie di vetro) per poi spingersi fin dentro le aule, lasciando scritte sui muri e anche danneggiando del materiale scolastico. Anche incollando le pagine di alcuni quaderni che i piccoli alunni avevano lasciato a scuola. Per entrare, tra l’altro, era stata rotta una finestra che la direzione scolastica ha provveduto a sostituire.

Nel weekend, secondo round e nuovi danni: computer rubati, lavagne staccate e altri dispetti, come la colla e l’olio rovesciati sui banchi. La scuola aveva già presentato denuncia e il Comune aveva annunciato, la settimana scorsa, l’avvio dell’iter per installare un sistema di allarme. Il procedimento, apprendiamo, da Palazzo Marino, è in corso. Incrementati anche i passaggi della polizia locale. Ignoti avrebbero cercato di entrare (la settimana scorsa) anche nella scuola dell’Infanzia Santa Croce, sempre in pieno centro, senza riuscire nell’intento.

E non è finita, perché durante il weekend i vandali hanno lasciato il segno anche nella scuola del Parco Trotter, che ospita la primaria e secondaria di primo grado “Casa del sole“ oltre a un asilo tra le vie Padova e Giacosa. A quanto pare, ieri il personale scolastico si è accorto che in un’aula era stato rotto un banco. Non è la prima volta. Anzi. Basti dire che ad aprile dello scorso anno i genitori

i genitori avevano organizzato una protesta all’ingresso del plesso in via Padova 69 per chiedere attenzioni, dopo che si erano verificati diversi episodi tra cui spaccio di droga nel parco, attacchi nel giardino della scuola dell’infanzia, con giochi rovesciati e danni, e rifiuti abbandonati.

Si.Ba.

M.V.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro