La maggior parte delle idee in cerca di sviluppo è arrivata dalla componente più giovane della comunità accademica della Bicocca: 14 studenti e sette ex-studenti. E sono 24, in tutto, i progetti presentati per la terza call di “BiUniCrowd”, il programma di finanza alternativa dell’università, in partnership con Produzioni dal Basso e col sostegno di Corepla, il consorzio nazionale per la raccolta, il riciclo e il recupero degli imballaggi in plastica e Fondazione di Comunità Milano. A gennaio la selezione.

"Sostenibilità ambientale e sociale, digitalizzazione dei servizi, salute e benessere, valorizzazione del territorio: sono questi i temi che hanno ispirato le candidature – spiegano dalla Bicocca –. Nella maggior parte dei casi, le proposte prevedono lo sviluppo di nuove applicazioni e piattaforme tecnologiche, ma non mancano veri e propri progetti di ricerca scientifica".

Le idee in cerca di sviluppo e di finanze arrivano da undici dipartimenti diversi: da giurisprudenza all’ambito scientifico, da psicologia a medicina, da economia a sociologia. L’età media dei team leader è di 31 anni. A puntare all’obiettivo massimo di raccolta di 10mila euro sono 14 progetti su 24. La formula è quella del 50 per cento: il sostegno scatta nel momento i cui la campagna di raccolta arriva almeno alla metà dell’obiettivo.