Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
12 lug 2022

Quarta dose agli over 60 (con metà dei posti liberi)

Il Governo ieri sera ha dato il via libera all’estensione del secondo booster. In Lombardia 40 centri vaccinali aperti, ma le prenotazioni vanno a rilento

12 lug 2022

È arrivata ieri sera alle otto la circolare congiunta (Ministero della salute, Consiglio e Istituto superiore di sanità e Aifa) che dà il via libera ufficiale all’estensione della quarta dose di vaccino antiCovid a tutti gli over 60, anche senza patologie (oltre che agli over 12 a "elevata fragilità" a causa una lista di malattie dettagliata dall’Aifa). In Lombardia sono circa 1,8 milioni i 60-79 enni che sono arrivati alla terza dose di vaccino (circa il 90% della popolazione di quest’età), ma durante l’incontro di ieri tra il direttore generale del Welfare Giovanni Pavesi e i vertici delle Asst per fare il punto sulla situazione Covid non sono stati concordati, per il momento, allargamenti di agende o riaperture di centri vaccinali. Per un motivo molto semplice: gli slot al momento aperti bastano e avanzano a soddisfare la richiesta attuale, benché ad esempio le Scintille negli ultimi giorni siano tornate a un migliaio di vaccinazioni al giorno per un aumento di richieste spinto dall’ansia per l’incremento dei contagi e dalla voglia di partire più tranquilli per le vacanze. Ma è un fatto che, ad eccezione delle Rsa che hanno coperto col secondo booster il 96% dei loro ospiti vaccinabili, persino tra gli ultraottantenni in Lombardia solo poco più di uno su quattro (il 26%) sia andato sinora a vaccinarsi con la quarta dose (che è sempre a base di Pfizer o Moderna e si può iniettare purché siano passati almeno 120 giorni dall’ultima iniezione antiCovid o tampone positivo al virus). In tutta la Lombardia tra l’8 giugno e l’8 luglio sono state iniettate circa 105 mila dosi antiCovid (quante se ne facevano in un giorno nelle fasi clou della campagna vaccinale massiva), di cui circa 3.300 prime dosi e 3.700 seconde dosi “ritardatarie“, circa 45.800 terze dosi in differita (anche a persone che ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?