LAURA LANA
Cronaca

Passa col rosso, provoca un incidente e poi scappa: il pirata della strada incastrato dalle telecamere

Cormano, il giovane residente a Milano ha passo un incrocio senza preoccuparsi delle precedente. Guidava anche senza assicurazione

Provoca incidente e si dà alla fuga. Il pirata incastrato dalle telecamere

Provoca incidente e si dà alla fuga. Il pirata incastrato dalle telecamere

Aveva causato un incidente. Poi era scappato, bruciando un semaforo rosso e mettendo a rischio anche altri automobilisti e pedoni. A incastrare il guidatore spericolato è stata però la stessa vittima che, subito dopo il violento impatto, è andata al comando della polizia locale per denunciare quanto accaduto.

È iniziata così una certosina indagine dei ghisa, che sono riusciti a risalire al pirata. A dare una decisiva svolta alla ricerca del pirata, che viaggiava anche senza assicurazione, sono state le immagini delle telecamere: il sistema di videosorveglianza si è infatti dimostrato risolutivo nel caso, grazie alla lettura della targa. L’incidente è avvenuto venerdì 7 giugno in via dei Giovi. Il pirata, un giovane residente a Milano, aveva fatto praticamente tutto da solo.

Era a bordo di una rossa Dacia Sandero, arrivavata da Paderno, aveva eseguito un sorpasso ad alta velocità e aveva così preso in pieno la vittima, un anziano residente a Senago, che si trovava fermo al semaforo. La sua auto era stata centrata dal milanese, quasi entrandogli nella portiera laterale. Un impatto violento che, però, non aveva destato alcuna preoccupazione nello spericolato conducente che, anzi, aveva continuato la sua folle corsa, passando col rosso. Per fortuna la vittima non ha subìto gravi traumi. Poco dopo l’impatto, ha denunciato il sinistro e l’omissione di soccorso.

Le informazioni a disposizione erano, però, scarse. Giusto il modello e il colore del veicolo. In aiuto sono arrivate le telecamere della zona che non avevano soltanto immortalato la dinamica dell’incidente e la fuga della Dacia, ma hanno anche permesso agli agenti di leggere la targa della vettura e di risalire così all’automobilista.

Dopo la visione delle immagini sono scattati gli accertamenti: dagli approfondimenti sulla posizione del giovane, è emerso che l’uomo stesse circolando senza copertura assicurativa. Per questo motivo, all’uomo è stata ritirata la patente di guida e la Dacia è stata posta sotto sequestro. "L’esito di questa indagine dimostra l’importanza del sistema di videosorveglianza, che abbiamo installato sul territorio", ha commentato il sindaco Luigi Magistro.