Pronti 36 nuovi appartamenti. Eliminate le barriere architettoniche

Dopo quattro anni risorge a Novate Milanese il quartiere Garibaldi della cooperativa La Benefica .

Pronti 36 nuovi appartamenti. Eliminate le barriere architettoniche

Pronti 36 nuovi appartamenti. Eliminate le barriere architettoniche

Dopo quattro anni di lavori risorge il quartiere Garibaldi della cooperativa La Benefica. Interventi strutturali, energetici, abbattimento di barriere architettoniche per una spesa di 3.600.000 euro. Dei 36 alloggi i primi 28 sono già stati assegnati. Tutto ha inizio nel 2017 quando il cortile di via Garibaldi, composto da due edifici, necessitava di importanti interventi di manutenzione e nel 2020, grazie al bonus 110, sono partiti i lavori.

"I lavori hanno previsto il rinforzo della fondamenta degli edifici. La ristrutturazione degli alloggi e la riqualificazione energetica hanno reso indispensabile rendere liberi i due edifici dagli allora residenti. Dei totali 3.600.000 euro, 1.800 sono stati finanziati dal bonus 110 e sono serviti per gli interventi al cappotto delle case, ai serramenti, all’installazione di un ascensore esterno per un edifico e l’adattamento di quello interno per l’altro, reso usufruibile anche per persone disabili. Infine l’installazione di un sistema innovativo di telecontrollo per gli impianti di riscaldamento", spiega il presidente della Benefica Luciana Sabbattino. I restanti costi dei lavori di ristrutturazione degli appartamenti, delle fondamenta e dei fabbricati, dei ballatoi, il rinnovo degli interni e il rifacimento della pavimentazione del cortile, oltre a quello delle piccole cantine, sono stati coperti dalle risorse della cooperativa Benefica e ammontano a circa 1.800 di euro. Sono già stati assegnati 28 alloggi dei 36 disponibili, gli altri verranno assegnati nelle prossime assemblee della Benefica. "Oggi Benefica restituisce un pezzo di territorio della nostra città, totalmente riqualificato. È un esempio di rigenerazione urbana e che ci porta a dire di riqualificare quello che abbiamo. Non andiamo a costruire da altre parti, il suolo che c’è qui in Garibaldi è quello che c’era, rigeneriamolo. Sono edifici con un notevole grado di efficentamento energetico e con importanti lavori di abbattimento delle barriere architettoniche, che raramente si vedono realizzati così bene. Nel cortile c’è inoltre un percorso che conduce agli edifici, dedicato a persone non vedenti", conclude il sindaco Daniela Maldini. Il quartiere Garibaldi, fu il primo che la cooperativa La Benefica costruì, agli inizi del secolo scorso. È collocato nel centro della città e racconta, con lo stile architettonico tipico delle case di ringhiera.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro