Progetto Chilometroverde. Corridoio green tra i rioni

Segrate, alberi in arrivo sull’arteria urbana che sarà ridotta da 4 a 2 corsie. Il traffico d’attraversamento sarà spostato quasi tutto sulla Cassanese-bis.

Progetto Chilometroverde. Corridoio green tra i rioni

Progetto Chilometroverde. Corridoio green tra i rioni

Col progetto di rigenerazione urbana “Chilometroverde“ la Cassanese diventerà un corridoio “green“ tra i quartieri. Al Centro civico Verdi, davanti a un pubblico di 300 persone, la presentazione del programma, ideato sul modello di esperienze simili già realizzate nelle moderne città europee. Insieme al sindaco Paolo Micheli e al vice Francesco Di Chio, sul palco erano presenti i tecnici del Comune, i rappresentanti dello studio olandese West8, al quale l’ente locale ha affidato la fase progettuale grazie al contributo degli sponsor Westfield e Ambrostore, e gli esperti della società internazionale Mic-Hub, che opera nei settori della mobilità e dei trasporti.

L’attuale Cassanese è una strada a quattro corsie, due per senso di marcia, percorsa ogni giorno da circa 40mila veicoli. Una volta completato, nel primo semestre 2025, il nuovo tracciato della Cassanese-bis, ossia la bretella pensata per allontanare il traffico dal centro abitato, sarà possibile deviare il 75% del traffico di attraversamento che oggi grava su Segrate, depavimentare oltre tre chilometri di asfalto e declassare la Cassanese a strada locale, con una sola corsia per senso di marcia. Tutte le aree della provinciale recuperate grazie a questa riconversione verranno gradualmente trasformate in un grande parco con giardini, piste ciclopedonali, luoghi di aggregazione e spazi per il commercio di vicinato.

La strada, che oggi rappresenta una frattura e un elemento di separazione fra i quartieri, diventerà un luogo di connessione e socialità, favorendo il trasporto pubblico e la mobilità dolce. Il progetto contiene anche una valenza ambientale: secondo le stime, ridurrà del 70% le emissioni di Co2 (nella zona interessata dall’intervento) poiché 3 auto su 4 sceglieranno la viabilità speciale per raggiungere Milano, o muoversi verso l’hinterland. Lungo questa nuova autostrada verde, inoltre, verranno piantati oltre 1.200 alberi e create connessioni con gli altri parchi cittadini.

"Restituiremo ai segratesi una fetta importante della loro città, che da troppo tempo è proprietà di auto e camion", ha detto Di Chio. "Ci stiamo impegnando per lasciare alle future generazioni una città migliore di quella che abbiamo trovato", ha aggiunto il sindaco Micheli.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro