Milano Pride
Milano Pride

Milano, 26 giugno 2019 - Milano veste i colori dell'arcobaleno: entra sempre più nel vivo la Milano Pride Week 2019 (TUTTI GLI APPUNTAMENTI), che fino a domenica 30 giugno festeggia il 50° anniversario dei Moti di Stonewall. Da quella prima rivolta iniziata la sera del 28 giugno 1969 nello Stonewall Inn di New York che diede vita al movimento di liberazione LGBT+, il grido per l'sffermazione della propria visibilità e dei propri diritti, che non si è mai spento, né mai si spegnerà. Come allora, oggi Milano Pride rilancia alla città un forte messaggio di libertà, di orgoglio e autodeterminazione, di rispetto delle differenze e inclusività.

Dal 27 al 29 giugno, il quartiere di Porta Venezia invita tutta la città in Pride Square, il village diffuso di Milano Pride, che quest’anno conquista anche Piazza Oberdan e anima Largo Bellintani, Piazzale Lavater e la scalinata di via Vittorio Veneto. E sabato l'evento clou. Oltre 250mila persone sono attese per la grande parata: un mare di persone, un’esplosione di colori e un grido di protesta contro il crescente clima di discriminazione e di violenza sia fisica sia verbale degli ultimi mesi. La afilata partirà alle 16 da piazza Duca D’Aosta, davanti alla stazione Centrale e si concluderà in piazza Oberdan, dove si arriverà dopo aver percorso via Vitruvio, via Settembrini, via Venini, svoltato in via Palestrina e infine seguito tutto corso Buenos Aires. 

In piazza Oberdan ad accogliere il corteo del Milano Pride 2019 il palco principale della manifestazione che ospiterà lo spettacolo conclusivo condotto da Debora Villa e Gabriele Gattano, con musica e festa inframezzati dai discorsi dei rappresentanti delle istituzioni. A chiudere l’evento, il flash mob di Angelo Cruciani. A qualche giorno dal passo indietro su Caterina Balivo, è arrivato l'annuncio della presenza di Baby K. La cantante, che ha appena pubblicato il singolo 'Playa', tra i candidati a diventare il tormentone dell’estate 2019, si esibirà a partire dalle18.  Ad annunciarlo, la stessa interprete italiana, in un video pubblicato sull'account social ufficiale della manifestazione. "Non vedo l’ora di festeggiare con voi", ha detto l’artista, sventolando una simbolica bandierina arcobaleno.

Il sindaco di Milano, Giuseppe Sala, ha fatto sapere che non potrà essere presente ma che troverà un modo per far sentire la sua vicinanza. Palazzo Marino vestirà però i colori dell'arcobaleno a partire da venerdì sera. Soddisfatto Pierfrancesco Majorino, assessore al Welfare di Milano, che sulla sua pagina Facebook ha scritto: "Siamo felici di annunciare che in occasione della parata conclusiva del Milano Pride, Palazzo Marino sarà illuminato con i colori della bandiera arcobaleno a partire da venerdì sera. Vicina ai diritti di tutti, con questa iniziativa l'Amministrazione comunale manifesta ulteriormente il proprio sostegno, dopo aver concesso il patrocinio all'intera #MilanoPrideWeek".