LAURA LANA
Cronaca

Sesto San Giovanni, prato di fiori alla Bergamella: è il giardino delle farfalle

Occupa un’area di 3mila metri quadri fra le colline. Nel verde di Cascina Gatti essenze coloratissime per ravvivare la città.

Prato di fiori alla Bergamella,è il giardino delle farfalle

Prato di fiori alla Bergamella,è il giardino delle farfalle

Nel parco della Bergamella nascerà un prato fiorito ricco di colori e profumi, perfetto soprattutto per le farfalle che potranno trovare lì casa. Su un’area di più di 3mila metri quadrati, tra le colline del parco di Cascina Gatti, fra maggio e giugno cresceranno fiori coloratissimi che ogni anno rispunteranno per ravvivare la città e non solo.

"Un regalo non solo per i nostri occhi, ma anche per la natura: questi fiori, infatti, sono preziosi per la biodiversità", sottolineano dal municipio. Innanzitutto è stato fresato il terreno a una profondità di 5-10 centimetri per creare un letto di semina soffice e ottimale alla germinazione. Gli addetti hanno cercato poi di estirpare e triturare le erbe infestanti per rendere il terreno più sano. Finita la preparazione del terreno, con la seminatrice, è stata sparsa la miscela di semi e ora non resta che aspettare che nascano i fiori.

"Nel frattempo, ancora per qualche settimana, è importante non entrare e calpestare il terreno, non far entrare i cane e non sporcare l’area con i rifiuti". Il mix di essenze che sono state messe a dimora è formato da camomilla selvatica, fiordaliso e papavero. "Quando il prato sarà in piena fioritura, in via Molino Tuono tra le due collinette i sestesi potranno trovare un campo traboccante, ricco anche di tutti i fiori che si trovano già nel terreno e nascono spontaneamente".

Un progetto simile a quello lanciato due anni fa a Cinisello in via De Ponti e nel parco degli alpini in via Monte Ortigara. Un vero e proprio serbatoio per le farfalle e un habitat adatto per tutti gli insetti impollinatori e tutte quelle specie animali e vegetali che nella biodiversità combattono l’inquinamento generato dai trattamenti chimici. "I prati fioriti contribuiscono ad aumentare la biodiversità per la loro capacità di attirare uccelli, farfalle, falene, bombi e altri insetti. Questo grazie alla vasta produzione di polline e semi e alla presenza di un’ampia varietà di specie autoctone, che così vengono conservate e diffuse - conclude l’Amministrazione sestese -. Inoltre, l’immagine di naturalità che crea un luogo come questo è utile al benessere delle persone, incrementa il valore estetico e naturalistico e richiede una manutenzione minima, che riduce notevolmente il costo di gestione".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro