ll tram 15 che collega Rozzano a Milano

Milano, 2 settembre 2018 - Tra domani e il primo di ottobre saranno via via potenziate 6 linee del trasporto pubblico attive in periferia. L’avvio del potenziamento coincide col ritorno all’orario invernale. «L’implementazione del servizio è stata coordinata con Atm anche in base alle richieste dei diversi comitati di cittadini e dei Municipi con l’obiettivo di migliorare alcuni collegamenti nei quartieri», dichiara Marco Granelli, assessore comunale alla Mobilità.

Nel dettaglio, le linee Atm interessate dal potenziamento sono la 64, la 24, la 15, la 78, la 71 e la 46. Nei primi due casi l’aumento dell’offerta scatterà già domani, per il tram 15 scatterà da sabato 8 settembre e negli altri tre casi scatterà a partire dal primo ottobre. Per quanto riguarda la 64 (Lorenteggio- Quarto Cagnino-Trenno-Bonola M1), è previsto il potenziamento nelle fasce di punta di mattino e sera, con un incremento complessivo di 12 corse nei giorni feriali, pari a 1.032 posti. L’intervento, voluto dai cittadini di Trenno e dai Municipi 7 e 8, andrà a vantaggio del quartiere Trenno per il collegamento con Bonola M1 e San Siro Stadio M5, e del quartiere Lorenteggio (dove insistono i cantieri per la M4) per il collegamento con Primaticcio M1. La linea 24 (Vigentino-Duomo) aumenterà l’offerta nella fascia di punta del mattino, con un incremento di 5 corse nei giorni feriali, pari a 1.175 posti. L’intervento andrà a vantaggio del quartiere Ripamonti e «si aggiunge – spiega la nota del Comune – ai potenziamenti già realizzati che hanno portato a un aumento di 41 corse al giorno». Per il tram 15 (Gratosoglio-Duomo) è previsto, da sabato 8, il prolungamento del percorso a Rozzano fino a via Guido Rossa. Contestualmente saranno modificati e potenziati percorsi e frequenze delle linee suburbane 220, 328 e 230 (quest’ultima con un significativo incremento delle corse) al fine di migliorare i collegamenti con i Comuni dell’area sud (Pieve Emanuele, Locate Triulzi, Opera, Basiglio), la M2, l’Ospedale Humanitas e le stazioni ferroviarie di Pieve e Locate. Seguirà un ulteriore miglioramento per la linea 328 nel quartiere delle Rose di Pieve Emanuele.

Infine i potenziamenti previsti a partire da lunedì 1 ottobre. La linea 78 vedrà modificato il proprio percorso in coincidenza di Quarto Cagnino su via Marx. L’intervento, richiesto dai cittadini e dal Municipio 7, migliorerà il collegamento del quartiere. Il percorso della 71 (Romolo M2-Porta Lodovica) sarà diviso in due. In particolare, tra Romolo M2 e Famagosta M2 saranno mantenute le stesse fermate e potenziate le frequenze, mentre il collegamento tra Famagosta M2 e Porta Lodovica sarà garantito dalla linea 59 con frequenze migliorate (un incremento di 10 corse nei giorni feriali pari ad un’aggiunta di 860 posti). Solo dopo le 22, e con prolungamento fino alle 2, la linea 71 allungherà il percorso fino a Porta Lodovica, con transito in piazza XXIV Maggio, assorbendo il servizio dell’attuale bus di Quartiere Q71. La 46 (Famagosta M2 - Q.re Cantalupa), oggi, in direzione Cantalupa, percorre l’autostrada senza servire i quartieri Binda e cascina Caimera. Conl cambio di percorso, grazie ad una modifica di un incrocio, servirà anche questi quartieri in entrambe le direzioni.