Poliziotto vende dei cellulari on line e fa arrestare un truffatore

Milano, un agente della Polmetro si è insospettito davanti alla costante disponibilità di denaro contante dell’acquirente e ha fatto dei controlli, scoprendo una condanna da scontare

Il poliziotto voleva vendere dei cellulari usati ed è incappato nel truffatore

Il poliziotto voleva vendere dei cellulari usati ed è incappato nel truffatore

Milano – Vende i suoi cellulari a un uomo su una piattaforma di annunci on line e scopre che l'acquirente doveva scontare cinque anni di carcere per truffa. Così il venditore, un poliziotto della Polmetro, ha arrestato il suo "cliente": un italiano di 47 anni, lunedì pomeriggio.

L'agente aveva messo in vendita sul sito alcuni suoi cellulari usati ed era stato contattato da un uomo (il 47enne) interessato ad acquistarli. Durante gli incontri per la compravendita, il poliziotto è rimasto colpito dalla perenne disponibilità di denaro contante dell'uomo, che in un primo momento aveva provato a pagare con bonifici e altre transazioni, mai andati a buon fine, così ha deciso di fare un controllo partendo dalla targa della sua auto, una golf, per riuscire a identificarlo. La macchina è risultata essere intestata a un 86enne, il padre del 47enne. Una volta sicuro delle generalità, l'agente ha scoperto che sull'uomo, nato in provincia di Milano e residente a Lodi, pendeva una condanna di 5 anni da scontare, per truffa.

Lunedì alle 16, all'appuntamento a San Donato per concludere la compravendita, l'uomo si è trovato di fronte più agenti della Polmetro che lo hanno arrestato. In base a quanto emerso sapeva che il venditore fosse un poliziotto. Forse, però, non immaginava che avrebbe indagato su di lui in quella circostanza. Per una "semplice" compravendita di cellulari on line.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro