Pogliano-Nerviano, una nuova casa per la polizia locale: il taglio del nastro

Cerimonia a Pogliano Milanese nella palazzina ristrutturata in via Toscanini

Il taglio del nastro a Pogliano Milanese

Il taglio del nastro a Pogliano Milanese

Taglio del nastro, questa mattina, per la sede del Comando unico di polizia di Pogliano milanese e Nerviano. A nove mesi dalla sua costituzione (maggio 2023), dopo l'assunzione di quattro nuovi agenti ora il comando unico ha anche una nuova sede, in via Toscanini. La palazzina polifunzionale che una volta ospitava il vecchio comando della polizia locale poglianese e altri servizi in questi mesi è stata ristrutturata e attrezzata di moderne apparecchiature. "Le nostre amministrazioni comunali hanno colori politici differenti - hanno dichiarato il sindaco poglianese Carmine Lavanga e il sindaco nervianese Daniela Colombo - ma abbiamo deciso di unire le nostre forze per migliorare il controllo del territorio. E' stata una scelta lungimirante e coraggiosa, non è così usuale che si costituisca un comando unico. Ci eravamo dati un anno di tempo per completare tutti gli step e oggi con l'inaugurazione del comando possiamo dire di averli rispettati tutti". Al primo piano sono stati realizzati l'ufficio del comandante, la segreteria del comando, la sede dell'ufficiale di turno, l’ufficio nucleo operativo, gli spogliatoi con bagni e docce completamente nuovi. Al piano terra il front office, la centrale operativa e control room, l’armeria, l’ufficio verbali, l’ufficio annonaria, l’ufficio infortunistica, l’ufficio radiomobile e la camera di sicurezza per i fermati. Il cuore è la centrale operativa collegata con le 200 telecamere presenti nei due territori. Il comandante Stefano Palmeri ha snocciolato numeri e caratteristiche del comando: 18 agenti controlli 7 giorni su 7 sui territori, istituzione del nucleo operativo per l'attività giudiziaria, nucleo annonaria per i controlli nei pubblici esercizi e tecnologia all'avanguardia per rispondere alle richieste dei cittadini e migliorare l'organizzazione del lavoro. Alla cerimonia hanno partecipato anche l'assessore regionale alla sicurezza e protezione civile, Romano La Russa, l'assessore regionale al territorio e sistemi verdi, Gianluca Comazzi e l'onorevole Stefano Maullu. "La nascita di Comandi unici che vedono la collaborazione e l'unione tra diversi corpi di Polizia locale - afferma La Russa - è la strada giusta per ottimizzare il servizio e rafforzare la sicurezza del territorio, soprattutto nelle realtà più piccole. Scambio di professionalità, mutua assistenza e maggiori possibilità organizzative sono vantaggi indubbi non soltanto per gli agenti ma anche per tutti i cittadini. Auspichiamo che l'unione delle Polizie locali venga replicata in altri Comuni". L'assessore Comazzi ha aggiunto, "Questo è un un esempio di grande eccellenza che dimostra quanto sia fondamentale la copianificazione territoriale e l'unione dei Comuni nella realizzazione di servizi sul territorio".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro