Plastica nel pane a mensa. Oggi il debutto dei grissini

Milano Ristorazione ha sospeso la fornitura. Ieri nessuna alternativa a tavola

Niente pane sulle tavole delle mense: oggi debuttano i grissini in confezioni monoporzione nelle scuole dell’Infanzia, primarie e secondarie del Comune di Milano. Milano Ristorazione è corsa ai ripari lunedì, dopo che per due volte in meno di una settimana è spuntato un pezzo di plastica dentro panini. "A seguito del ritrovamento di un corpo estraneo nella giornata di oggi presso una scuola primaria – è l’avviso di Milano Ristorazione pubblicato sul proprio portale lunedì – è stata sospesa in via precauzionale la somministrazione del prodotto “pane con farina biologica di grano tenero” presso le utenze in cui non era ancora stato consumato". Ieri il pane non è stato proprio distribuito "e non è stato fornito alcun prodotto alternativo", fanno sapere alcune mamme, mentre da oggi ci saranno i grissini di un altro fornitore. Una misura temporanea.

La prima “amara scoperta“ risale alla scorsa settimana: mercoledì 28 febbraio un’alunna di terza elementare della scuola Rinnovata Pizzigoni (lo stesso comprensivo in cui un anno fa un bimbo aveva scoperto un bullone nel panino distribuito durante la gita, fatto che aveva spinto l’allora presidente di Milano Ristorazione, Bernardo Notarangelo, a dimettersi) aveva trovato un “corpo estraneo“, un frammento di plexiglass, dentro un panino integrale che era stato distribuito al mattino. Quindi la municipalizzata che gestisce i pasti – 83mila al giorno – nelle strutture comunali aveva deciso di ritirare tutto il pane integrale della giornata non ancora arrivato sulle tavole. Lunedì, il secondo caso in un’altra scuola primaria. Milano Ristorazione, nel suo avviso all’utenza, ha comunicato che già dopo il primo episodio "erano state effettuate tempestive e approfondite verifiche lungo l’intera filiera per valutare eventuali non conformità, con ispezioni a cura di Milano Ristorazione, del Comune di Milano, di Ats e dei Carabinieri del Nas". Lunedì "è stata nuovamente inoltrata segnalazione ad Ats e ai Carabinieri del Nas per il necessario prosieguo delle attività di indagine. Ulteriori decisioni potranno essere assunte all’esito degli accertamenti dei Carabinieri". Quindi, "a partire dalla giornata di domani (ieri per chi legge, ndr) la fornitura del pane e dei prodotti da forno sarà sospesa e in seguito sostituita con prodotti alternativi di altro fornitore". I grissini, in confezioni monoporzioni da 12 grammi, apprendiamo. Per merenda, al posto della focaccia, budino al cacao equosolidale.

I genitori insorgono. "Una situazione è vergognosa – sottolinea una mamma della commissione mensa –, il ritrovamento di plastica nel pane per due volte è indicativo della scarsa attenzione e della bassa qualità del cibo che viene distribuito nelle mense dei nostri bambini". Sul fatto poi che ieri "il Comune e MiRi – aggiunge Alessandro De Chirico, capogruppo di FI in Consiglio comunale – non siano stati in grado di supplire alla improvvisa, diciamo così, sospensione della fornitura di pane con cracker, grissini o gallette", si domanda: "Possibile ci sia questa impreparazione nell’affrontare le emergenze? Oggi (ieri per chi legge, ndr) i bambini e le bambine sono rimasti senza pane, l’unico alimento che mangiano con gusto".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro