Pioltello e Rodano restano insieme: "L’unione fa la forza. E la sicurezza"

Le sindache Ivonne Cosciotti e Roberta Maietti hanno rinnovato l’accordo per altri cinque anni "Il comando è struttura di eccellenza grazie a videosorveglianza, digitalizzazione e formazione del personale".

Matrimonio sulla sicurezza rinnovato per altri cinque anni, Pioltello e Rodano firmano la convenzione, il corpo allargato di polizia locale continuerà dal 1° gennaio. Suggello di fine anno per le due sindache della Martesana, Ivonne Cosciotti e Roberta Maietti, che dopo un bilancio dell’esperienza hanno deciso di proseguire la collaborazione. Con loro il comandante pioltellese Mimmo Paolini, che continuerà a guidare gli agenti dagli uffici di via De Gasperi, a lui come nel precedente mandato spettano organizzazione e gestione di uomini e mezzi.

"Sono soddisfatta degli esiti positivi del percorso portato avanti in questi anni e che oggi si rinnova – sottolinea Cosciotti –. Una strada sulla quale abbiamo investito e continueremo a farlo perché garantire il presidio del territorio è una priorità. Le sfide che ci aspettano sono sempre più complesse, ma sono certa che il comandante Paolini, cui fa capo il servizio, saprà come in passato individuare le priorità e realizzare al meglio gli obiettivi". "Una cooperazione proficua che prosegue con il rinnovo della convenzione e che testimonia l’efficacia degli impegni finanziari garantiti nei 5 anni passati da entrambi i Comuni – aggiunge il comandante –. Le azioni sono state su più ambiti: videosorveglianza, sistema radio, digitalizzazione delle procedure, formazione del personale, elementi che rendono il comando una struttura di eccellenza in tutta la zona. Sforzi economici che troveranno la piena applicazione nei prossimi cinque anni e ci permetteranno di raggiungere gli scopi che ci siamo prefissi". "Un rinnovo importante per noi – chiarisce Maietti – basato sulla sinergia tra città, sull’unione delle forze, sia come risorse umane sia come mezzi a disposizione. Una collaborazione che permette a un piccolo centro come il nostro di avere agenti in pattuglia per le strade. Una presenza su più turni e quindi più efficace. Sono grata alla collega sindaca e al comandante per la rinnovata fiducia e disponibilità". Uno guardo complessivo esteso a viabilità e trasporti, che tocca anche la prevenzione di reati e il contrasto alla piccola delinquenza frutto di un rapporto consolidato: il primo quinquennio della polizia associata risale al 2011 e ormai è entrato nelle attività quotidiane di entrambi le amministrazioni.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro