Pioltello, costrinse allieve minorenni a rapporti sessuali: condannato l’istruttore del maneggio

L’uomo, 73 anni, ha negato tutto ma il Tribunale lo ha giudicato colpevole: per lui dieci anni e tre mesi di reclusione

Ragazzina a cavallo

Ragazzina a cavallo

Pioltello (Milano) – Un istruttore di maneggio di 73 anni, presidente di un centro ippico a Pioltello, è stato condannato a dieci anni e tre mesi di reclusione per aver abusato sessualmente di due allieve di equitazione, entrambi minorenni. L’uomo, insospettabile, incensurato all’epoca dei fatti, era stato arrestato nel marzo del 2022.

“Se lo racconti a qualcuno, ti tolgo il tuo cavallo preferito". Così l’uomo minacciava le sue vittime, imponendo il silenzio. Le denunce erano state presentate agli agenti del commissariato Monforte Vittoria di Milano. Ieri i giudici della quinta sezione penale del Tribunale milanese lo hanno ritenuto responsabile di violenza sessuale sulle due allieve. L’inchiesta è partita proprio in seguito alle segnalazioni arrivate dalle famiglie delle ragazzine vittime degli abusi. E le indagini, stando alla ricostruzione degli agenti, "hanno evidenziato come l’uomo, approfittando del proprio ruolo e con abuso di autorità, compisse atti sessuali in danno di alcune allieve".

A processo l’uomo, descritto sul sito online del maneggio come "grande uomo, grande atleta e impareggiabile istruttore", si è difeso negando tutto e sostenendo che le ragazze che lo accusano (oltre alle due parti lese, anche altre sentite solo come testimoni) lo farebbero ognuna per diverse questioni personali o per egocentrismo. Invece secondo la procura di Milano, in particolare, il 73enne avrebbe abusato di una di loro, appena tredicenne, in diverse occasioni a metà dicembre del 2021.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro