Piazzale Baiamonti, la denuncia di Adl Cobas: vandalizzate le pietre d’inciampo dedicate ai bimbi palestinesi morti a Gaza

Erano già state colpite il 13 febbraio. Annunciato un presidio venerdì prossimo per rimettere il simbolo “contestato” che ricorda la guerra nella Striscia

Pietre di inciampo dedicate ai bambini palestinesi morti a Gaza

Pietre di inciampo dedicate ai bambini palestinesi morti a Gaza

Milano, 20 febbraio 2024 – Vandalizzate nella notte "le sei pietre d'inciampo in ricordo degli 11mila bambini palestinesi morti a Gaza" che erano state realizzate dalla Camera del Non Lavoro nel giorno della memoria, lo scorso 27 gennaio in piazzale Baiamonti a Milano.

Le pietre erano già state imbrattate il 13 febbraio.

Lo denuncia Adl Cobas Lombardia sui suoi social annunciando un presidio venerdì prossimo alle 18:30 per rimettere le pietre vandalizzate a cui invita anche Ghali e Dargen D'Amico che ringrazia per "aver spezzato il muro di omertà" sulla questione palestinese parlandone al festival di Sanremo.

Questo vandalismo, sottolinea Adl Cobas, "arriva dopo la puntualizzazione a mezzo stampa del comitato Pietre Inciampo "attraverso un articolo sul sito ufficiale della comunità ebraica di Milano "che tali pietre non hanno alcun diritto di chiamarsi così".

"Un po' ce l'aspettavamo a ridosso della manifestazione nazionale del 24 febbraio a Milano alle 14,30 in Piazzale Loreto, di cui Adl Cobas è tra i promotori - ha osservato il portavoce Riccardo Germani -, visto il clima di negazionismo nei confronti di chi denuncia il genocidio palestinese e si batte contro tutte le guerre".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro