Piano di inclusione. È in arrivo l’ascensore al Museo del Castello

Il Museo del Castello di Trezzo sarà finalmente accessibile a tutti grazie all'installazione di un ascensore e al finanziamento di 70mila euro per il piano di inclusione. I visitatori potranno ammirare i reperti longobardi e la tomba del Gigante, un principe alto più di due metri.

Sì al progetto esecutivo, al Museo del Castello di Trezzo arriva l’ascensore. E per il piano di inclusione il Pirellone spedisce in città 70mila euro. Presto, porte aperte davvero a tutti a uno dei tesori più amati del territorio, finora precluso a chi è in carrozzina, o non riesce a camminare. Finalmente, anche chi non ci è riuscito fino adesso, a breve potrà godersi i gioielli conservati nella rocca, copia dei reperti longobardi rinvenuti a Trezzo, gli originali sono al Museo Archeologico del Castello Sforzesco a Milano. Sull’Adda vennero alla luce le tombe dei dignitari, fra le quali quella del Gigante (nella foto), un principe alto più di due metri ricostruito a grandezza naturale, il manichino “saluta” i visitatori all’ingresso dell’esposizione.