Pesta e minaccia la convivente: arrestato

Due uomini, uno italiano e uno afgano, sono stati arrestati per maltrattamenti e atti persecutori nei confronti delle rispettive conviventi a Bresso e Paderno Dugnano. Le vittime hanno chiesto aiuto ai carabinieri che sono intervenuti prontamente.

Pesta e minaccia la convivente: arrestato

Due donne sono state salvate dai carabinieri

Da due anni continuava a vessarla e minacciarla. Sono scattate le manette per un italiano di 36 anni, già noto alle forze dell’ordine, che ora dovrà rispondere dell’accusa di maltrattamenti nei confronti della convivente 38enne. I carabinieri sono intervenuti a Bresso dopo che la donna è riuscita a chiamare il 112. La vittima ha raccontato di subire da tempo continue violenze, culminati nell’ultimo episodio. Durante l’aggressione la 38enne è stata percossa, minacciata e privata della possibilità di allontanarsi da casa. Tutto alla presenza del figlio di 8 anni. L’uomo, che nel frattempo si era allontanato dall’abitazione, è stato rintracciato, arrestato e portato in carcere, sulla base degli elementi raccolti nell’immediatezza in relazione all’ultimo episodio.

Sempre i carabinieri hanno arrestato in flagranza, per atti persecutori, un 32enne afgano, anche lui già con precedenti. I militari sono intervenuti anche in questo caso su segnalazione al 112 da parte dell’ex compagna 25enne. Lo straniero è stato bloccato in via Corridoni a Paderno Dugnano. Poco prima l’uomo, già colpito da un ammonimento richiesto dalla donna alla Tenenza cittadina ed emesso dal questore di Milano a novembre, aveva preteso di incontrarla, minacciandola e raggiungendola in strada mentre stava andando a prendere la figlia a scuola. A seguito della convalida, nei confronti dell’uomo è stato emesso il divieto di avvicinamento con braccialetto elettronico. La.La.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro