Patto educativo contro l’“abuso digitale“

L'associazione Rovescio&Dritto e il gruppo di genitori Airone hanno proposto una carta educativa per sensibilizzare sui rischi dell'abuso dei dispositivi digitali. L'iniziativa mira a aiutare genitori e figli nella transizione alla vita digitale e affrontare il problema del cyberbullismo. L'amministrazione comunale di Basiglio sostiene l'iniziativa e aderisce alla Giornata contro il bullismo e il cyberbullismo.

Patto educativo contro l’“abuso digitale“

Patto educativo contro l’“abuso digitale“

Per sensibilizzare sui rischi derivanti dall’abuso di dispositivi digitali, l’associazione Rovescio&Dritto (nella foto) e il gruppo di genitori Airone hanno proposto una carta educativa rivolta a studenti e adulti. Una carta educativa che chiunque può liberamente sottoscrivere e che mira ad aiutare tutti, in particolare genitori e figli, nella difficile transizione alla vita digitale. Sul tema delle vessazioni subite on-line, a Basiglio prosegue il percorso intrapreso dall’associazione Rovescio&Dritto e dal gruppo di genitori Airone che lo scorso dicembre – con il patrocinio dell’amministrazione comunale – hanno presentato alla cittadinanza il Patto digitale di comunità “Crescere insieme alla tecnologia“.

L’iniziativa – nata per confrontarsi sui rischi che comporta l’abuso di dispositivi digitali (soprattutto gli smartphone) da parte dei più giovani, ma anche sui problemi connessi a un uso prolungato da parte degli adulti – si basa sull’idea che solo con la creazione di una comunità e con l’avvio di un dialogo su un tema che coinvolge tutti si potrà rispondere alle sfide poste dall’innovazione tecnologica, senza allarmismi, ma con consapevolezza. "Ritengo sia un dovere collettivo – ha evidenziato la sindaca Lidia Reale – porre la massima attenzione a una moderna forma di violenza, difendendo valori quali il rispetto, la gentilezza e la solidarietà online. Come amministrazione comunale aderiamo alla Giornata contro il bullismo e il cyberbullismo, fenomeni che riguardano purtroppo un gran numero di giovani. E abbiamo deciso di fare la nostra parte sostenendo iniziative organizzate sul nostro territorio. Come quella dell’Istituto comprensivo, che ha proposto agli studenti due incontri con gli esperti della polizia di Stato. Ma anche sostenendo il Patto digitale di Rovescio&Dritto e del gruppo genitori Airone".

Massimiliano Saggese

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro