Quotidiano Nazionale logo
1 mag 2022

Pass sosta solo digitali. Countdown per la proroga Covid

Circa 30mila. permessi furono prorogati d’ufficio per la pandemia
Circa 30mila. permessi furono prorogati d’ufficio per la pandemia
Circa 30mila. permessi furono prorogati d’ufficio per la pandemia

Dal 4 maggio cambiano i pass per la sosta: i contrassegni cartacei da esporre sull’auto vanno definitivamente in pensione e si semplificano le procedure per l’ottenimento dei permessi. Il tutto grazie alla spinta della digitalizzazione che da anni è diventata il motore dell’innovazione dei servizi rivolti ai cittadini nella pubblica amministrazione.

La verifica del permesso della sosta sarà demandata esclusivamente alla lettura della targa, effettuata sia in maniera manuale sia automatizzata. Quindi non si dovrà più esporre sull’auto il contrassegno cartaceo che indica l’ambito di sosta di appartenenza. Inoltre la procedura on line semplificata, cui finora potevano accedere solo i residenti con auto di proprietà, dal 4 maggio diventerà più veloce ed efficiente estendendo il sistema di richiesta del pass sul sito del Comune alle altre categorie.

Altra importante novità. I residenti che richiedono un permesso per un veicolo di non proprietà (in leasing o in comodato d’uso) con pochi click otterranno un permesso subito attivo contestualmente alla domanda online grazie all’autocertificazione. Gli operatori di backoffice eseguiranno successivamente controlli a campione sulle domande pervenute e potranno chiedere ai cittadini di fornire la documentazione aggiuntiva.

Grazie all’autocertificazione diventa più snella anche la procedura per i cittadini non residenti, il cui pass si attiverà in automatico dopo il pagamento sulla piattaforma digitale PagoPA. Il Comune ha voluto così semplificare la procedura di rilascio online dei pass, anche in vista della scadenza dei circa 30mila permessi prorogati d’ufficio a causa dell’emergenza sanitaria e che non saranno più validi dal 29 giugno 2022. Il sito diventa quindi il canale principale per richiedere un pass a cui potranno accedere anche chi è provvisto di SPID o di Carta d’Identità Elettronica (CIE). Resta la possibilità di rivolgersi all’InfoPoint Area B e C in piazza Duomo. "La digitalizzazione ci permette di rendere più facile l’accesso alle modalità di richiesta per i pass, semplificando le procedure: non sarà più necessario recarsi agli sportelli per presentare la domanda. L’amministrazione, per abbattere i tempi di rilascio, ha anche operato un cambio di paradigma: il pass sarà concesso in automatico a fronte della domanda e solo successivamente saranno fatti i controlli" spiega Arianna Censi, assessore comunale alla Mobilità.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?