VALERIA GIACOMELLO
Cronaca

Pari opportunità, violenza di genere. Faccia a faccia tra cinque candidati

I diritti e le lotte alla base dell’incontro voluto dall’associazione Arci “L’isolachenonc’è” al Centro Pertini. In campo gli aspiranti sindaco Coden, Bertoni (in rappresentanza di Conca), Di Matteo, Orfei e Scarpato.

Pari opportunità, violenza di genere. Faccia a faccia tra cinque candidati

Pari opportunità, violenza di genere. Faccia a faccia tra cinque candidati

Un dibattito all’insegna del fairplay quello fra i 5 candidati sindaco di Peschiera andato in scena venerdì scorso presso il Centro polifunzionale Sandro Pertini. Voluto dall’associazione Arci “L’isolachenonc’è”, ha visto Andrea Coden (Pd, Movimento 5 Stelle, Alleanza Verdi Sinistra, lista civica Peschiera Riparte), Daniele Bertoni in rappresentanza di Giorgio Conca (lista civica L’Impronta), Carmen Di Matteo (liste civiche Peschiera Città Futura, Peschiera in Movimento), Mario Orfei (Forza Italia, Lega, liste civiche Peschiera al Centro, Orfei Sindaco) e Andrea Scarpato (Fratelli d’Italia, lista civica Scarpato Sindaco) confrontarsi sui temi delle pari opportunità e del contrasto alla violenza di genere. Consenso unanime alla richiesta di Donatella Lanati, presidente dell’associazione, di impegnarsi ad attuare le proposte programmatiche contenute nel manifesto per la parità di genere presentato alle forze politiche scese in campo. L’argomento della differenza di genere non ha un colore politico, hanno confermato tutti i candidati che, a tale proposito, hanno proposto di "unire gli sforzi e istituire un tavolo di lavoro comune". Molti e vari gli spunti emersi durante il dibattito. Andrea Coden propone un distaccamento della scuola superiore per fare tornare i ragazzi a vivere la città, data la carenza di punti di aggregazione. La lista di Giorgio Conca punta sull’educazione giovanile e la lotta al bullismo, sfruttando l’associazionismo e promuovendo la cultura dello sport. Punta su un consultorio laico Carmen Di Matteo.

Fra le altre proposte, la ricostituzione di un Centro di aggregazione giovanile. Secondo Mario Orfei le quote rosa nelle aziende devono essere sinonimo di importanza e non di mera quantità. Per questo punta a promuovere nei posti di lavoro la certificazione sulla parità di genere. Andrea Scarpato ritiene fondamentale cominciare dalle scuole e punta alla riqualificazione in tempi brevi del polifunzionale di San Bovio. Tutti hanno risposto positivamente alla richiesta di Lanati di istituire un bilancio di genere che verifichi l’effettivo impatto dei provvedimenti legati alle tematiche femminili. Resta il quesito aperto durante la serata da una dipendente comunale, che ha fatto ventilare l’ipotesi che in Comune esistano disparità di genere. Sarà compito della nuova Amministrazione verificarne la fondatezza.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro