Pierfrancesco Maran
Pierfrancesco Maran

Milano, 18 ottobre 2014 - Rilievi e sopralluoghi erano iniziati da alcuni anni, ora il parcheggio di interscambio alla Comasina apre finalmente alle auto. Realizzato su un'area di oltre 12mila metri quadri, il progetto di Metropolitana Milanese, che ne ha curato la Direzione lavori, consegna alla città 304 nuovi posti auto, a raso e in struttura e prevede anche la costruzione di percorsi pedonali e ciclabili, aree verdi e bici stazione. I pendolari provenienti dal Nord Milano, Bollate, Novate, Bresso, Senago, Cormano, Paderno. 

"Il parcheggio costituirà per il nord della città e per i pendolari un importante punto di riferimento - spiegano da Palazzo Marino - e favorirà la scelta del mezzo pubblico per recarsi in città ed eviterà disagi alla zona. Il quartiere attendeva questa opera sin dall'inaugurazione della stazione Comasina, capolinea della linea M3. L'assenza di una struttura adeguata ad accogliere le auto provenienti soprattutto dall'hinterland, ma anche da altri quartieri, creava non pochi problemi e, anche se con ritardo, siamo contenti di poter consegnare questa struttura all'uso dei cittadini". Lo dichiarano gli assessori Marco Granelli (Sicurezza e Polizia locale) e Pierfrancesco Maran (Mobilità e Ambiente).

I 304 posti auto sono così distribuiti: 35 sono situati a raso e di questi 7 sono riservati per disabili; 128 sono al piano terra della struttura modulare e 141 al primo piano. L'area del parcheggio, progettato da Metropolitana Milanese, situata tra viale Rubicone, una delle più importanti strade di penetrazione in Milano, e via Comasina. Il parcheggio a "raso e modulare" interscambia con la stazione metropolitana attraverso una scala fissa e mobile ed un ascensore, ed è inoltre collegato alla metrotranvia, con un apposito percorso pedonale verso via Comasina. Intorno all'area del parcheggio sono in corso progetti che prevedono la realizzazione di piste ciclopedonali. . Numerose anche le rastrelliere per l'utilizzo libero ed un deposito custodito per biciclette, ricavato a piano terra del parcheggio modulare. Complessivamente ci saranno spazi per circa 400 biciclette. L'importo complessivo dell'intervento o di circa 3 milioni di euro.