BARBARA CALDEROLA
Cronaca

Paolo Margutti si candida: "Punto sulla nuova tangenziale"

Vaprio d’Adda, il “delfino“ di Luigi Fumagalli, il sindaco scomparso a novembre, raccoglie la sfida e corre per tentare il bis della Lista Civica Vapriese alla guida del Comune.

Paolo Margutti si candida: "Punto sulla nuova tangenziale"

Paolo Margutti si candida: "Punto sulla nuova tangenziale"

Paolo Margutti, delfino di Luigi Fumagalli, il vice del sindaco scomparso dopo una lunga malattia a novembre, raccoglie la sfida e corre per tentare il bis della Lista Civica Vapriese alla guida del Comune. Con lui una squadra di ventenni e trentenni e l‘assessore alla Cultura Anna Venturini.

"È la passione di questi giovani ad avermi spinto a mettermi a disposizione", spiega il candidato che dalla morte del primo cittadino ha traghettato l‘Amministrazione verso le urne dell‘8 e 9 giugno. Per lui, 54 anni, architetto, dirigente pubblico, ma non in città, l‘impegno nella civica di centrodestra è cominciato 20 anni fa, nel 2004, agli albori del gruppo "nel quale ho rivestito tutti i ruoli, dall‘opposizione alla Giunta". La scissione con alcuni compagni, l‘assessore Maria Luisa Mariani si presenta alle urne con la Lega e Fratelli d‘Italia, "ci riporta in un certo senso alle origini", Forza Italia ha assicurato un appoggio esterno. Protagonisti, "i giovani che si sono fatti avanti con un entusiasmo contagioso e ai quali vorremmo offrire una scuola politica che oggi non si usa più".

La parola d‘ordine è continuità, "proseguiamo con i progetti in itinere, dal nuovo Centro sportivo a Vaprio Sud che prevede la dismissione del polo attuale in viale della Vittoria, l‘obiettivo è offrire ad atleti e famiglie un punto di riferimento per l‘attività fisica e il tempo libero". Ci saranno campi da calcio, da padel e da tennis. Impianti, "ma anche comunità". Parola chiave che è alla base di un‘altra grande scelta, la riconferma del magazzino logistico al centro del dibattito da anni, "l‘insediamento Lidl che porterà posti di lavoro e darà un futuro al borgo dopo il tramonto delle grandi imprese, dalla cartiera alla Riello, che si è consumato anche qui - racconta l‘aspirante sindaco -. Tanti vapriesi hanno perso l‘impiego e abbiamo il dovere di pensare a un nuovo sviluppo". Altro tema fondamentale, il traffico, dopo la partenza del cantiere della Tangenziale Nord, "dovremo avviare quello della Ovest, altro bypass necessario, questa volta da via per Trezzo per liberarci dalla processione di camion che tanto incide sulla qualità della vita". C‘è già a disposizione un contributo di 2 milioni ottenuto grazie "a un bando della Regione che prevedeva una sinergia pubblico-privato al quale abbiamo partecipato proprio con Lidl". Ci sarà anche una pista ciclopedonale sulla Sp 525 che "collegherà Vaprio a Bellinzago e poi a Bettola e Inzago, una lunga linea verde per proteggere l‘ambiente e lasciare l‘auto in box".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro