Opos a Certosa: feste “segrete“ e tante sorprese

A Certosa, Milano, l'ex-fabbrica Opos si trasforma in un luogo culturale e creativo, con mostre, eventi segreti e prodotti sostenibili. Un nuovo quartiere alla moda in evoluzione.

Oliva

Se ne parla ancora troppo poco, ma presto probabilmente diventerà uno dei nuovi quartieri alla moda della Milano che cambia. Stiamo parlando di Certosa, dove, fra capannoni ex industraili di fianco all’autostrada, rinascono attività culturali. Opos è innanzitutto un’ex-fabbrica di elettro-morsetterie riportata alla vita, già nel 1990, dalla personale volontà Zanone, la cui visione avanguardista e comunitaria ha consentito fin da subito di aprirsi a una dimensione plurale, di condivisione e partecipazione. Ma oltre ad essere uno spazio fisico, Opos è soprattutto un luogo metafisico, un’officina di idee e fucina di numerosi progetti. È uno spazio in cui predomina la libertà di creare inconsuete associazioni, cortocircuiti, d’intraprendere sentieri non prevedibili, in cui lasciar scorrere, anche irrazionalmente, i flussi di pensieri. L’inaugurazione della nuova vita di Opos è avvenuta lo scorso 27 marzo, secondo una modalità "segreta" già utilizzata in passato e molto apprezzata dai fan. Gli inviti vengono distribuiti a un centinaio di persone una volta al mese, e sono appuntamenti al buio, che danno accesso a un palinsesto di proposte interessanti, ma misteriose. Dopo la serata di lancio dove chi è invitato non sa nulla sull’evento che andrà a vedere, l’allestimento apre al pubblico per il mese successivo. A inaugurare è la personale "a sorpresa" di Giulio Alvigini "Le solite scritte". "Sono in effetti le solite scritte che vedete su Instagram, però più grandi!", racconta Alvigini, la mente dietro l’esilarante profilo Make Italian Art Great Again. L’esposizione, organizzata con Magazzeno Arte Contemporanea e aperta fino al 23 aprile, può vantare la curatela del co-ideatore dello spazio Andrea Meregalli, autore insieme a Dora Casadio, del nuovo progetto. A fianco delle opere d’arte, sono esposti i prodotti dei brand NONNO e NATURALBOOM. Il primo,della stessa OPOS, propone capi d’abbigliamento da filiere controllate o materiali riciclati. La seconda è una bevanda naturale che utilizza le proprietà benefiche delle piante per alleviare la fatica.

Opos - Via Ermenegildo

Cantoni, 3

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro