"Opere olimpiche nei tempi. A luglio il ghiaccio per il bob"

Il ministro Salvini annuncia il ghiaccio sulla pista da bob di Cortina d'Ampezzo per luglio, confermando la regolarità dei lavori per le Olimpiadi invernali 2026. La Giunta provinciale di Trento approva la candidatura per i Giochi olimpici giovanili 2028.

"Opere olimpiche nei tempi. A luglio il ghiaccio per il bob"

"Opere olimpiche nei tempi. A luglio il ghiaccio per il bob"

Nella prima settinana di luglio ci sarà il ghiaccio sulla pista da bob di Cortina d’Ampezzo. Ad annunciarlo è Matteo Salvini, ministro delle Infrastrutture e Trasporti, nel corso di una conferenza stampa in quel della stazione Centrale di Milano. Un annuncio nell’ambito di un discorso più ampio: quello col quale il ministro ha negato ritardi nella realizzazione delle infrastrutture e delle opere utili alle Olimpiadi Invernali Milano-Cortina 2026. "Sulle infrastrutture per le Olimpiadi siamo pienamente in tabella di marcia, lo dico a chi esplicita dubbi ogni tanto – ha esordito Salvini –. Dalla variante di Tirano, alle infrastrutture in Valtellina e a quelle di Milano, siamo assolutamente in linea con tempi. E anche per quanto riguarda la pista da bob di Cortina, avremo il ghiaccio nella prima settimana di luglio. Si è recuperato tempo lavorando con buona lena, alla lombarda".

Proprio ieri, nel frattempo, ola Giunta provinciale di Trento ha approvato il protocollo di intesa per la candidatura di Trentino, Lombardia e Veneto ai Giochi olimpici invernali giovanili del 2028. "L’adesione e il sostegno alla proposta di candidatura avanzata dalla Regione Lombardia – ha fatto sapere Maurizio Fugatti, presidente della Provincia di Trento – nasce sul solco della proficua collaborazione avviata per l’organizzazione dei Giochi del 2026. Ospitare l’evento anche in Trentino significherebbe massimizzare ulteriormente gli investimenti olimpici sul territorio".

Gi.An.