Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
30 mag 2022

Omicidio Gucci, otto indagati per circonvenzione d'incapace sull'eredità e furto

Secondo la procura avrebbero messo le mani sul patrimonio di Silvana Barbieri poi ereditato dalla figlia Patrizia Reggiani, condannata come mandante dell'omicidio del marito 

30 mag 2022
A19-09/06/98-MILANO-CRO: PROCESSO GUCCI: PATRIZIA REGGIANI ASCOLTA PAOLA FRANCHI.    Patrizia Reggiani, ex moglie di Maurizio Gucci, accusata di essere la mandante del delitto, oggi per la seconda volta in aula in occasione della testimonianza di Paola Franch,i ultima compagna dell' imprenditore ucciso il 27 marzo 1995.           DANIEL DAL ZENNARO / ANSA / PAL
Patrizia Reggiani, ex moglie di Maurizio Gucci, condannata come mandante del delitto
A19-09/06/98-MILANO-CRO: PROCESSO GUCCI: PATRIZIA REGGIANI ASCOLTA PAOLA FRANCHI.    Patrizia Reggiani, ex moglie di Maurizio Gucci, accusata di essere la mandante del delitto, oggi per la seconda volta in aula in occasione della testimonianza di Paola Franch,i ultima compagna dell' imprenditore ucciso il 27 marzo 1995.           DANIEL DAL ZENNARO / ANSA / PAL
Patrizia Reggiani, ex moglie di Maurizio Gucci, condannata come mandante del delitto

Milano - Salgono a otto (dai 4 iniziali) gli indagati che, secondo la procura di Milano, avrebbero messo le mani sul patrimonio di Silvana Barbieri poi ereditato dalla figlia Patrizia Reggiani, condannata come mandante dell'omicidio del marito Maurizio Gucci. Nell'atto di chiusura delle indagini notificato agli indagati dal procuratore aggiunto Tiziana Siciliano e dalla pm Michela Bordieri, agli otto indagati viene contestato a vario titolo il reato di circonvenzione di incapace, peculato, furto di oggetti preziosi, induzione indebita. Agli indagati viene contestato oltre alla distrazione del patrimonio, anche la sottoscrizione di un'assicurazione vita da 6,6 milioni di euro e un pagamento per far rilasciare un'intervista televisiva alla Reggiani.  Nell'elenco degli indagati c'è Maurizio Giani avvocato ed esecutore testamentario, Loredana Canò ex compagna di cella della Reggiani, l'amministratore di sostegno (poi sospeso) Daniele Pizzi, il broker che gestiva i conti della Reggiani Marco Chiesa, Marco Riva e Maria Angela Stimoli. Tutti sono ritenuti prestanomi di alcune società che incassano i fondi dell'eredità, indagati anche Mario Wiel Marin e Marco Moroni, incaricati di periziare diversi immobili di Silvana Barbieri.  Secondo le indagini della Guardia di finanza di Milano gli indagati, a vario titolo e con diversi ruoli, avrebbero sfruttato la condizione di salute della Barbieri (morta nel 2019) e delle difficoltà psicologiche della figlia Patrizia Reggiani, per distrarre a loro favore l'ingente patrimonio derivante dall'eredità della Barbieri, poi finito alla Reggiani. L'inchiesta della procura di Milano parte da lontano e indaga chi come Giani approfitta delle fragilità psichiche prima della Barbieri e fin dal 2018 riesce a farsi nominare quale esecutore testamentario (con emolumento previsto di 100mila euro), quindi a ottenere altro denaro e potere tramite quote di società immobiliari. Uno schema che avrebbe ripetuto nei confronti di Patrizia Reggiani, anche lei vittima di una fragilità psichica, sottoposta ad amministrazione di sostegno e "persona ...

© Riproduzione riservata

Stai leggendo un articolo Premium.

Sei già abbonato a Quotidiano Nazionale, Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione o Il Telegrafo?

Subito nel tuo abbonamento:

Tutti i contenuti Premium di Quotidiano Nazionale oltre a quelli de Il Giorno, il Resto del Carlino, La Nazione e Il TelegrafoNessuna pubblicità sugli articoli PremiumLa Newsletter settimanale del DirettoreAccesso riservato a eventi esclusivi
Scopri gli altri abbonamenti online e l'edizione digitale.Vai all'offerta

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?