Milano, 24 maggio 2019 - La candidatura di Milano-Cortina per i Giochi invernali del 2026 "gode di un forte sostegno a tutti i livelli, dal settore privato alla società civile fino al governo". Lo scrive la commissione di valutazione del Cio nel report sulla candidatura italiana.

"La candidatura di Milano-Cortina - si legge - è guidata dal Comitato olimpico nazionale italiano e ha il sostegno unificato del movimento sportivo, del settore privato e delle amministrazioni nazionali, regionali e cittadine, fornendo solide basi per lo svolgimento dei Giochi. Tutte le parti coinvolte sono unite sulla visione delle Olimpiadi. Il governo del primo ministro Giuseppe Conte ha espresso il proprio sostegno e fornito tutte le garanzie pertinenti in materia di sicurezza, dogane, immigrazione e altri servizi. I governi regionali della Lombardia e del Veneto sono le forze guida che sostengono la candidatura e hanno fornito le garanzie finanziarie per la costruzione e il rinnovamento delle sedi di gara, lo svolgimento dei Giochi e i servizi pubblici. Lombardia e Veneto sono due delle regioni più ricche d'Italia, insieme rappresentano circa il 30% dell'economia italiana".

"Gli elementi chiave per qualsiasi Olimpiade di successo includono una chiara visione allineata con obiettivi di sviluppo a lungo termine, un solido piano di azione, un sostegno costante da parte di tutti i settori della società e la migliore esperienza possibile per gli atleti: Milano-Cortina soddisfa tutti questi criteri". E' quanto scrive la commissione di valutazione del Comitato olimpico internazionale sulla candidatura italiana per i Giochi Olimpici invernali del 2026. " Milano-Cortina abbraccia pienamente lo spirito e la filosofia dell'Agenda2020, sostenibilità ed eredità sono le priorita' - si legge nel report - tredici dei quattordici luoghi individuati per le gare sono già esistenti o saranno temporanei. L'unica nuova struttura, che ospiterebbe l'hockey su ghiaccio, e' un'arena multiuso che lascera' un'importante eredità. E il villaggio olimpico di Milano sarà convertito in alloggi necessari per la rapida crescita della citta' e della popolazione universitaria. Entrambi questi progetti sono finanziati da privati e pianificati indipendentemente dai Giochi invernali".