Nuovo Policlinico, svolta contro gli infortuni nei cantieri: "Premio di risultato legato al rispetto della sicurezza"

Accordo tra sindacati e impresa Sis per migliorare le condizioni di lavoro degli operai impegnati nella costruzione del Policlinico di Milano. Premio di risultato legato a obiettivi e sicurezza, welfare aziendale e campagna multilingue contro il caporalato.

Un accordo migliora le condizioni degli operai impegnati nella costruzione dei nuovi padiglioni del Policlinico di Milano. Per i circa 230 dipendenti dell’impresa Sis di Torino, che sta eseguendo i lavori, è stato istituito infatti un premio di risultato legato al raggiungimento degli obiettivi e anche a alla sicurezza nei cantieri, in un settore problematico per l’alto numero di incidenti. A firmare l’intesa con la Sis sono i sindacati e Fillea Cgil, Filca Cisl e Feneal Uil.

"Questo incentivo non solo riconosce e valorizza il contributo dei lavoratori al successo del progetto – spiegano i sindacati – ma è strettamente legato a parametri che promuovono la sicurezza in cantiere. L’incentivazione alla sicurezza attraverso il premio di risultato non solo solleva lo standard di lavoro ma fa sì che l’ospedale sia un luogo sicuro e affidabile a partire dalla sua costruzione. Il risultato della contrattazione con l’azienda introduce anche la possibilità di attivare un programma di welfare aziendale per il 2024. Un altro aspetto fondamentale per tutte le parti dell’accordo è l’impegno attivo nel contrasto preventivo al caporalato" anche attraverso una campagna multilingue.

A.G.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro