Quotidiano Nazionale logo
16 apr 2022

Nella casa Aler da sgomberare spunta un cumulo di refurtiva

In un alloggio Aler sgomberato giovedì mattina, i carabinieri hanno trovato un “tesoro“: un ammasso di refurtiva con quattro smartphone, una macchina fotografica, 10 orologi e vari monili. Tutti sequestrati e fotografati dai militari, i quali hanno diffuso ieri le immagini in modo che eventuali derubati possano farsi avanti per rientrare in possesso dei propri beni. In azione la Compagnia di corso Monforte. Al piano terra della palazzina di viale Molise 5, a pochi passi da piazzale Cuoco, è stato sgomberato un gruppo di otto persone di origine nordafricana di età compresa tra i 39 e i 20 anni che avevano occupato abusivamente un appartamento. Gli inquilini senza titolo sono stati tutti denunciati per invasione di edifici. Non solo: due egiziani di 24 e 31 anni e un algerino di 28 sono finiti nei guai anche perché irregolari sul territorio nazionale. Inoltre per il ventiquattrenne ci sono altre due denunce a carico: una per allaccio abusivo alle rete elettrica, perché secondo quanto rilevato sul posto avrebbe creato un “impianto fai-da-te“ per succhiare la corrente dagli spazi comuni.

L’altra (la quarta), per furto aggravato e ricettazione, perché sarebbe stato lui ad accumulare la refurtiva all’interno dell’appartamento: gli oggetti di valore, infatti, erano da lui custoditi. Viale Molise era finito sulle pagine di cronaca anche la settimana scorsa per l’arresto di una borseggiatrice-trasfertista: Nikolina N., bulgara di 27 anni, che aveva puntato una donna di 80 anni mentre era in attesa del filobus 90 alla fermata all’angolo con via Etruschi e ha aspettato il momento buono per colpire: l’arrivo del mezzo pubblico, quando la gente si accalca attorno alle porte e per i ladri aumenta la probabilità di passare inosservati. Quindi ha spinto l’anziana e le ha infilato una mano nella borsa iniziando a rovistare. Ma è stata bloccata dalla polizia in borghese che stava monitorando la zona proprio per contrastare i manolesta.

M.V.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?