Nasce la Casa di comunità: "Più servizi per i cittadini"

Rozzano, ambulatori infermieristici, di cardiologia e otorinolaringoiatria . In più neuropsichiatria infantile, assistenza di prossimità e consultorio familiare.

Nasce la Casa di comunità: "Più servizi per i cittadini"

Nasce la Casa di comunità: "Più servizi per i cittadini"

È nata in via Glicini la Casa di comunità di Rozzano. Il taglio del nastro ieri mattina alla presenza del direttore generale Francesco Laurelli, del direttore del distretto sanitario Samuel Dal Gesso e del vicesindaco di Rozzano Cristina Perazzolo. Con oltre 150 accessi giornalieri, la struttura è un punto di riferimento per tutto il territorio. "Con la Casa di comunità andiamo a potenziare le attività di prevenzione, di promozione della salute, di assistenza, di prossimità e di presa in carico per una risposta più veloce e appropriata ai bisogni dei cittadini – spiega il direttore del Distretto Samuel Dal Gesso - –. Rozzano è la settima Casa di comunità aperta nell’hinterland. Obiettivo è costruire una reale integrazione sociosanitaria territoriale grazie all’interazione tra servizi interni ed esterni".

Tra i servizi offerti (brochure scaricabile sul sito aziendale www.asst-melegnano-martesana.it) il nuovo Pua (“punto unico di accesso“), il Cup, l’ufficio per la scelta e revoca del medico. Al via gli ambulatori infermieristici, di specialità (cardiologia, otorinolaringoiatria) oltre ai servizi di neuropsichiatria infantile, l’Adi e la medicina legale, il consultorio familiare.

All’interno della cdc troveranno posto anche gli ambulatori dei medici di medicina generale e la continuità assistenziale (ex guardia medica). Presenti al taglio del nastro della Casa di comunità di Rozzano anche Ivan Colombo, vicepresidente Gruppo Humanitas, l’assessore Margherita Mazzuoccolo per il Comune di Pieve Emanuele e l’assessora Sara Rossi per il Comune di Opera. "Una iniziativa che non potrà che favorire un’efficace collaborazione con il nostro centro culturale sociosanitario Taddei di via Mascagni – commenta l’assessora Mazzuoccolo del Comune di Pieve –. Siamo contenti di questa nuova struttura e ci auguriamo che aumentino le specializzazioni e i dottori al servizio di tutti i cittadini. L’interazione tra le realtà di cura della salute del territorio possono essere la vera risposta concreta alle esigenze dei pazienti".

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro