Monumento alle vittime del Covid: "Un angelo a ricordo dei nostri cari"

La statua posta all’ingresso della nuova piazza Tricolore donata dal sindaco: "Nel nostro paese 41 morti"

Monumento alle vittime del Covid: "Un angelo a ricordo dei nostri cari"

Monumento alle vittime del Covid: "Un angelo a ricordo dei nostri cari"

La statua dell’angelo di bronzo con le braccia aperte che ricorda le vittime del Covid è stata posta all’ingresso della piazza con lo sguardo verso via Europa. La targa sul piedistallo recita così, "restituiamo alla memoria un ricordo che ha cambiato la nostra vita".

La piazza, che in questi mesi ha cambiato volto grazie ai lavori di restyling, non è più “piazza del mercato” ma si chiama “piazza Tricolore”. Doppio taglio del nastro ieri a Pogliano Milanese.

Nella "Giornata dell’Unità nazionale, della Costituzione, dell’Inno e della Bandiera" e un giorno prima della Giornata in memoria delle vittime del Covid, che si celebra oggi, l’amministrazione comunale ha inaugurato il monumento e intitolato la piazza. Il momento più emozionante è stato al mattino con lo scoprimento dell’angelo in memoria dei poglianesi morti per Covid. "Per noi che abbiamo perso un familiare questo angelo è un modo per non dimenticare", commenta uno di loro.

La statua è stata donata dal sindaco Carmine Lavanga, "ho un amico che l’ha tolta dal cimitero monumentale a Milano, l’ho presa e portata a casa perché avevo il desiderio di donarla ai cittadini poglianesi per non dimenticare quello che era successo durante la pandemia - racconta il sindaco - anche nel nostro paese ci sono stati 41 vittime, li sento come se fossero miei familiari.

Quando ho ritirato la statua era il 2022 e stavamo progettando la nuova piazza del mercato così abbiamo deciso di collocarla qui. Questa è una piazza molto vissuta, a metà strada tra Bettolino e Pogliano. Abbiamo condiviso questa idea anche con il parroco don Andrea e con l’inaugurazione di oggi completiamo il nuovo look della piazza".

Una piazza che è appunto luogo di incontro, qui si svolge il mercato tutti i venerdì mattina. E un luogo che ora diventa in qualche modo simbolico e molto speciale per i residenti.

Qui nei mesi estivi si organizzano manifestazioni pubbliche. Sono state abbattute tutte le barriere architettoniche con l’eliminazione dei marciapiedi, sono stati riorganizzati i parcheggi, rifatta l’illuminazione e realizzata la nuova pista ciclabile che ci collega con quella di via Bellini e da qui fino alla statale del Sempione.

Un progetto da circa 400mila euro di cui 280mila finanziati Regione Lombardia.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro