di Massimiliano Mingoia L’obiettivo è trasformare il mercato di via Rombon in una sorta di succursale al dettaglio del mercato ortofrutticolo all’ingrosso di via Lombroso. La collaborazione avviata da Comune e Sogemi va in questa direzione e si inserisce nel piano di riqualificazione, avviato o già concluso, in altri mercati cittadini come quelli di Santa Maria...

di Massimiliano Mingoia

L’obiettivo è trasformare il mercato di via Rombon in una sorta di succursale al dettaglio del mercato ortofrutticolo all’ingrosso di via Lombroso. La collaborazione avviata da Comune e Sogemi va in questa direzione e si inserisce nel piano di riqualificazione, avviato o già concluso, in altri mercati cittadini come quelli di Santa Maria del Suffragio, Lorenteggio, Morsenchio, Wagner e Lagosta (in questo caso i lavori sono in corso).

Palazzo Marino ha approvato le linee di indirizzo per lo studio di fattibilità tecnico-economica e giuridica per l’assegnazione dell’attuale immobile di via Rombon 34 per la realizzazione di una struttura di vendita polifunzionale con l’obbligo per il concessionario di realizzare gli interventi di ripristino strutturale e adeguamento impiantistico. Lo studio di fattibilità, che sarà realizzato da Sogemi e punta a una rinascita del mercato del quartiere Feltre, in cui ormai c’è un solo operatore aperto, dovrà prevedere un mix di attività per conciliare l’offerta commerciale, comunque prevalente, e la realizzazione di iniziative sociali, culturali e aggregative. "Il provvedimento adottato su Rombon – spiega l’assessore al Commercio Cristina Tajani – rientra nella più ampia strategia condotta in questi anni dall’amministrazione per promuovere la trasformazione evolutiva dei Mercati comunali, per farli diventare non solo punto di scambio merci ma anche di idee e di relazioni, attraverso forme di ibridazione tra attività commerciali classiche e attività con finalità sociali, culturali e aggregative. La collaborazione con Sogemi, società in house del Comune, può rappresentare l’occasione per sperimentare una nuova modalità distributiva che integri filiera all’ingrosso con la vendita al dettaglio". Insomma, il mercato di via Rombon come filiale al dettaglio dell’Ortomercato.