A Milano il cantiere avanza
A Milano il cantiere avanza

Milano, 6 febbraio 2019 - La tratta Linate-Forlanini Fs della nuova linea M4 della metropolitana verrà messa in esercizio entro gennaio 2021, la tratta Linate-Dateo entro giugno 2022, la Linate-San Babila entro dicembre 2022 e l'intera linea Linate-San
Cristoforo entro luglio 2023. È il cronoprogramma dei lavori confermato dall'atto integrativo alla convenzione di concessione, firmato ieri, che sancisce in via definitiva gli accordi tra Comune di Milano, Concessionaria M4 e Soci Costruttori, guidati da Salini Impregilo. L'accordo prevede anche un nuovo quadro economico finanziario, con nuovi investimenti per circa 313 milioni di risorse pubbliche e private, che tiene conto della realizzazione di nuove opere per migliorare l'infrastruttura alla luce del lavoro fatto finora.

La firma dell'accordo è il passaggio formale che conclude un lungo confronto tra Comune, Concessionaria e costruttori. Hanno sottoscritto l'intesa tutti i soci, compresa Astaldi Spa, che ha ottenuto specifica autorizzazione dal Tribunale di Roma. Nei
prossimi giorni verrà chiuso un ulteriore aumento di capitale della Società Concessionaria M4 spa, che insieme alla ripresa delle erogazioni del prestito project, permetterà di disporre di tutte le risorse finanziarie necessarie al completamento
dell`opera.

L'atto integrativo giunge mentre proseguono i lavori su tutta la tratta e proprio nell`imminenza dell`arrivo nella stazione Frattini della prima delle due Tbm che realizzano le gallerie nella tratta Ovest. La seconda Tbm della stessa tratta, invece, è
ripartita nei giorni scorsi da Gelsomini, mentre il lavoro delle due macchine per la tratta Est si è da tempo concluso ed è iniziato il "viaggio" della prima talpa destinata al centro città. La M4 sarà una metropolitana senza guidatore e attraverserà Milano da est a Ovest, trasportando 86 milioni di passeggeri su 16 chilometri di tracciato, per 21 fermate.