ROBERTA RAMPINI
Cronaca

Rho, mercatino di via Garibaldi: un bando per riqualificarlo

Il Comune ha emesso un avviso pubblico destinato alle associazioni per riprogettare in termini sociali e commerciali lo spazio oggi poco sfruttato.

Mercatino di via Garibaldi a Rho

Mercatino di via Garibaldi a Rho

Rho (Milano) – Ci prova, ancora una volta. E lo fa prendendo a modello il Mercato centrale di Milano, un luogo dove cibo e cultura si incontrano. Un luogo di aggregazione e socialità. Il Comune di Rho ha pubblicato un avviso pubblico per la co-progettazione della gestione del mercatino comunale di via Garibaldi 79. L’obiettivo è realizzare spazi di food and beverage creando occasioni di cultura e socialità.

Il nuovo avviso è legato al progetto “Rho 2024 – Ri-Costruire e consolidare le centralità del distretto“, finanziato dal bando regionale per lo sviluppo dei distretti del commercio 2022-2024. Un obiettivo ambizioso per valorizzare un’area del centro cittadino che in passato ha avuto un ruolo importante a livello commerciale, ma che da anni si trova in stato di abbandono sia da un punto di vista strutturale che gestionale. Le attività commerciali rimaste si contano sulla punta delle dita di una mano, precedenti bandi per la rigenerazione urbana e sociale di questo spazio sono andati deserti.

Eppure il mercatino, che si trova a metà strada tra la stazione di Rho centro e il teatro De Silva, a poche centinaia di metri da piazza San Vittore e dalle altre vie dello shopping, ha grandi potenzialità. "Vogliamo che quest’area torni a essere un polo di riferimento in termini di socialità e vitalità", fa sapere il sindaco Andrea Orlandi. L’avviso ha come obiettivo selezionare uno o più enti del terzo settore con cui sviluppare una co-progettazione.

Cibo ma non solo. Il mercatino, secondo l’amministrazione comunale, deve diventare un luogo nuovo e contemporaneo capace di ospitare un mix di funzioni con offerta food and beverage diversificata e, soprattutto, capace di prevedere diversi momenti di cultura e socialità durante tutto l’anno, per esempio con l’organizzazione di cineforum, feste, incontri culturali, mostre temporanee ed eventi legati alle tradizioni di Rho.

Il Comune mette a disposizione le risorse del bando Duc di Regione Lombardia per 275mila euro, che potranno aumentare con ulteriori finanziamenti disponibili da altri bandi. La progettazione prevede un’unica struttura in cui svolgere attività conviviali e iniziative culturali, che tenga conto della sostenibilità economica del progetto. Sul sito del Comune è possibile scaricare l’avviso pubblico. Le domande di partecipazione dovranno essere inviate entro il 7 giugno tramite posta elettronica certificata.

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro