Quotidiano Nazionale logo
30 mar 2022

Mercati internazionali in periferia, la Giunta avvia la sperimentazione

L’assessora Alessia Cappello
L’assessora Alessia Cappello
L’assessora Alessia Cappello

Milano è sempre più una città internazionale e anche le sue iniziative commerciali su area pubblica devono riuscire ad attirare sempre più imprese straniere, non solo nel centro storico, ma soprattutto nei quartieri più periferici. Per la precisione, i mercati “internazionali’’ dovranno avere almeno il 20% di imprese straniere, il 5% delle quali provenienti da Paesi extraeuropei. Dopo un incontro con le associazioni di categoria che si è svolto lo scorso 16 marzo, la Giunta comunale ha approvato una delibera firmata dall’assessora al Commercio Alessia Cappello il cui obiettivo è moltiplicare gli eventi commerciali nelle strade e nelle piazze della periferia.

La delibera, infatti, parla di iniziative di non più di tre giorni, da fissare non nel periodo natalizio (dal 1° dicembre al 6 gennaio) e da organizzare non nei luoghi del centro storico, da Piazza Duomo a corso Buenos Aires passando per Piazza Castello e Piazza San Babila. "Le iniziative – si legge nella delibera – devono contribuire alla valorizzazione dei territori e dei quartieri di riferimento e devono essere connotate da una forte caratterizzazione internazionale, con presenza prevalente di merceologie internazionali". Non solo imprese non italiane, ma dai prodotti non facilmente reperibili in Italia e a Milano. Per ogni iniziativa concordata con il Comune, i soggetti organizzatori, dalle associazioni di categoria alle singole imprese commerciali, dovranno descrivere al Comune le modalità attraverso cui intendono favorire la collaborazione con gli operatori stranieri. Le proposte presentate a Palazzo Marino saranno valutate da un’apposita commissione.

L’obiettivo di moltiplicare i mercati internazionali nei quartieri non sembra facilissimo da raggiungere. Il Comune si è dato 12 mesi per valutare quanto realizzato durante l’anno e individuare una procedura definitiva per l’organizzazione.

M.Min.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?