ANTIRAZ_427846_154423
ANTIRAZ_427846_154423

Milano, 18 ottobre 2014 - Si sono ritrovati in piazza Cairoli gli aderenti al corteo "Milano meticcia- antirazzista-antifascista", per sfilare attraverso le vie della citta' in segno di protesta contro la manifestazione della Lega Nord "Stop Invasione", in atto nello stesso momento a Porta Venezia e che si concludera' alle 18 con un comizio di Matteo Salvini in piazza Duomo. Il percorso si snoda da piazza Cairoli in direzione Santo Stefano, attraverso il quartiere Ticinese. I manifestanti sono aderenti a varie sigle che vanno dai centri sociali ai sindacati di base. I partecipanti al corteo sfoggiano caricature in polistirolo di Salvini, Maroni e Borghezio, bandiere rosse e slogan anti-Lega e contro Casa Pound.

"Milano ama i diritti, Milano è meticcia: siamo noi a produrre e a garantire la sua economia, a costruire la sua cultura con il nostro ingegno, la nostra creatività, condividendo i nostri saperi, a rendere i suoi quartieri vivi". E' un comunicato dei manifestanti che partecipano all'evento. "All'invasione delle camicie verdi - conclude la nota - e dei loro vecchi e nuovi amici dell'estrema destra di mezza Europa diciamo chiaramente che gli unici stranieri qui sono loro".

I migranti hanno sfilato anche reggendo banane, un modo per rispondere in maniera ironica ai cori e agli slogan della Lega Nord in piazza del Duomo. Secondo gli organizzatori i partecipanti sarebbero 10mila, mentre per le forze dell'ordine il numero andrebbe ritoccato a 3mila. Una volta arrivati in piazza Santo Stefano hanno fatto esplodere fuochi artificiali colorati per disturbare il comizio di Matteo Salvini. Poi hanno gonfiato un pallone aerostatico.