Maltempo a Milano, la strage dei 400 alberi: arriva l’esercito per liberare le strade

Cresce il bilancio dei danni della tempesta che ha investito la città: in viale Argonne al lavoro il 10° Reggimento Guastatori di Cremona

Milano – Sono oltre 400 gli alberi caduti sulle strade di Milano nella tempesta che si è abbattuta sulla città intorno alle 4 della mattina del 25 luglio. E sta continuando il lavoro senza sosta per rimuoverli e così ripristinare la circolazione. Da questa mattina sono al lavoro anche i militari dell’esercito: in particolare, in viale Argonne le squadre dei militari del 10° Reggimento genio Guastatori di Cremona stanno procedendo al taglio dei grandi tronchi precipitati sulla strada per permettere la riapertura al traffico.

Sono segnalate chiusure e deviazioni fra via Legnano e piazza Lega Lombarda – fra il parco Sempione e via della Moscova – proprio per i lavori di ripristino, così come in viale Regina Margherita vicino alla rotonda della Besana, in via Lomellina, in via MacMahon, in piazza Durante e via Assiano.

Atm intanto ha fatto sapere di essere al lavoro “per liberare gli snodi più critici della rete tram, tra cui piazzale Maciachini, Parco Nord, Porta Lodovica e via Torino”, consigliando di consultare la App per vedere i cambiamenti al servizio dovuti ai danni per il maltempo.

Il 60% delle linee, si legge sul sito, è stata ripristinata ma ancora sono tante le modifiche e le deviazioni: la linea 90/91 che segue la circonvallazione fa servizio limitato così come oltre una decina di linee di tram e 13 di bus mentre il filobus 92 e 93 sono sospesi così come i tram 5 e 19.