Quotidiano Nazionale logo
Quotidiano Nazionale logo
il Giorno logo
26 feb 2022

Madre e figlia morte due anni fa Mai sistemato l’alloggio bruciato

26 feb 2022
Giovanna Chirichella vicina delle due donne uccise nel rogo mostra la foto della porta bruciata il 27 febbraio 2020
Giovanna Chirichella vicina delle due donne uccise nel rogo mostra la foto della porta bruciata il 27 febbraio 2020
Giovanna Chirichella vicina delle due donne uccise nel rogo mostra la foto della porta bruciata il 27 febbraio 2020
Giovanna Chirichella vicina delle due donne uccise nel rogo mostra la foto della porta bruciata il 27 febbraio 2020
Giovanna Chirichella vicina delle due donne uccise nel rogo mostra la foto della porta bruciata il 27 febbraio 2020
Giovanna Chirichella vicina delle due donne uccise nel rogo mostra la foto della porta bruciata il 27 febbraio 2020

"Fateci vivere con dignità". Giovanna Chirichella è uno dei 200 inquilini delle case popolari di Cernusco che hanno protestato contro il degrado degli stabili. Lamentele che non trovano mai risposta fra problemi annosi e situazioni surreali: "Quando due anni fa ho avuto la casa, mi hanno consegnato le chiavi sbagliate – racconta – ed è solo uno dei tanti esempi del trattamento che riceviamo". Era vicina di Liliana Noal e Maria Mento, madre e figlia di 84 e 51 anni, morte nello spaventoso rogo che il 27 febbraio 2020 scoppiò al terzo piano del palazzone Aler in via Don Sturzo e che non diede scampo alle due donne ritrovate carbonizzate a letto. "Una storia di abbandono e dolore frutto della nostra situazione", dicono i residenti. Un modo per ricordare la tragedia e il moloch burocratico per cui due anni dopo "il loro appartamento non è ancora stato sistemato e riassegnato".Bar.Cal.

© Riproduzione riservata

Iscriviti alla newsletter.

Il modo più facile per rimanere sempre aggiornati

Hai già un account?