L’Orfeo ed Euridice di Gluck per il ritorno di Jacobs

René Jacobs, direttore belga di fama internazionale, dirige stasera al Teatro delle Vigne l'Orfeo ed Euridice di Gluck in occasione del concerto finale della seconda edizione del Festival Orfeo Week. Jacobs, con un Grammy Award all'attivo, partecipa alle celebrazioni per Gaetano Guadagni, protagonista delle scene europee a metà '700.

La star del barocco René Jacobs ha scelto Lodi e La Lira di Orfeo per il suo ritorno in Italia: stasera al Teatro delle Vigne, alle 21, dirigerà estratti dall’Orfeo ed Euridice di Christoph Willibald Gluck, opera di cui il direttore belga è uno dei massimi esperti, in occasione del concerto finale della seconda edizione del Festival Orfeo Week. Dedicato a Gaetano Guadagni, cantante castrato per cui venne composto il capolavoro di Gluck, il grande appuntamento vedrà il Maestro Jacobs dirigere la versione di Orfeo ed Euridice custodita alla Pontificia Biblioteca Antoniana di Padova, probabilmente ricomposta da Gaetano Guadagni per un’occasione privata, databile tra il 1775 e il 1785.

Insieme a Raffaele Pe – controtenore di Lodi ideatore della Orfeo Week, che canterà nel ruolo del titolo – saranno sul palco il soprano Alice Mededdu nella parte di Amore, La Lira di Orfeo con la spalla dell’ensemble Elisa Citterio, il Coro de La Lira di Orfeo Academy e il Maestro al cembalo Jacopo Raffaele. Direttore belga con all’attivo più di 260 incisioni discografiche e numerosi riconoscimenti fra cui un Grammy Award per la sua registrazione de Le nozze di Figaro di Mozart. Jacobs partecipa alle celebrazioni per Guadagni, protagonista delle scene europee a metà ’700, la cui nascita a Lodi è stata confermata dalla storiografia di recente. "Una sorpresa che mi lascia senza parole – commenta Pe –. La decisione di Jacobs di dirigerci nel concerto finale mi onora profondamente". Grazia Lissi

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro