“Lombardia style“: le 12 province si svelano

La Regione Lombardia presenta il brand "Lombardia Style" alla Bit di Milano, promuovendo le bellezze e le eccellenze del territorio. Lo stand ospita opere d'arte, installazioni immersive e operatori turistici.

“Lombardia style“: le 12 province si svelano
“Lombardia style“: le 12 province si svelano

Ci sono i borghi più belli della regione, piccoli gioielli da scoprire, venticinque in tutto, da Morimondo nel Milanese alla Tremezzina in provincia di Como. Ci sono siti Unesco, tradizioni, percorsi e cammini per gli amanti del trekking e della bici, chilometri di territorio che raccontano la storia della Lombardia. E c’è la moda, il design, l’artigianato, la ristorazione di qualità e le eccellenze enogastronomiche. Il tutto all’insegna del brand “Lombardia style“, un trademark, fortemente voluto da Regione Lombardia, che identifica e certifica il meglio della produzione e della creatività made in Lombardia e un progetto di marketing territoriale che promuove tutte le eccellenze della regione e che racconta lo ‘stile lombardo’ unico e originale dove la creatività, il saper fare, la bellezza, la cultura, creano un circolo virtuoso di contaminazioni e di sempre nuove ispirazioni. E’ lo stand della Regione Lombardia presente alla 44esima edizione della Bit (Borsa Internazionale del Turismo), la più importante fiera internazionale del turismo in Italia e marketplace di fama mondiale, in programma fino al 6 febbraio all’Allianz MiCo Convention Centre di Milano.

"Il nostro spazio è dedicato al nuovo brand Lombardia Style che rappresenta concretamente la nuova narrazione dei territori lombardi, le nostre 12 province, ognuna con le sue bellezze nascoste da svelare e le sue eccellenze da condividere allo scopo comune di rendere sempre più attrattiva la nostra Regione", ha dichiarato l’assessore regionale al turismo, moda e marketing, Barbara Mazzali. Lo stand di 722 metri quadri , accoglie a titolo gratuito, 48 operatori lombardi, 12 per l’area Territori e 36 seller per la promo-commercializzazione della variegata offerta turistica lombarda. E per attrarre tutti, anche i giovani, il patrimonio lombardo viene presentato anche attraverso la ‘Mirrors Room’, installazioni immersive in cui lo spazio della stanza sembra moltiplicarsi grazie all’effetto ottenuto dagli specchi. Tecnologia e arte. Nello stand ci sono alcune opere di design (provenienti della Fondazione Adi), tra cui l’iconica poltrona di Gaetano Pesce, una geniale Lampada Flos, installazioni dell’artista Domenico Pellegrino e 12 opere realizzate dall’illustratore Jacopo Ascari, una per ciascuna provincia lombarda, un quadro che ne racchiude l’essenza storico-culturale e paesaggistica locale. Per Milano l’artista ha scelto l’arco della Pace, il Castello Sforzesco, la basilica di san Lorenzo, Citylife, Bosco Verticale e lo stadio di San Siro.

Roberta Rampini

è arrivato su WhatsApp

Per ricevere le notizie selezionate dalla redazione in modo semplice e sicuro