Linate Air Show, il gran giorno delle Frecce Tricolore
Linate Air Show, il gran giorno delle Frecce Tricolore

Milano, 13 ottobre 2019 - Dopo il grande successo di ieri con il mega conferto dei Rockin' 1000, oggi al Linate Air Show è stato il gran giorno delle Frecce Tricolore. La manifestazione aerea, organizzata da SEA Milano Airports e dall'Aero Club Milano, con la collaborazione della 1° Regione Aerea dell'Aeronautica Militare, è stata un momento di festa e partecipazione in vista della prossima apertura dello scalo aeroportuale prevista il prossimo 27 ottobre, dopo tre mesi di chiusura per importanti lavori di ristrutturazione.

La giornata di ieri è stata dedicata alle prove delle diverse formazioni di velivoli, mentre oggi si è svolto il vero e proprio air show, davanti ad un pubblico foltissimo ed entusiasta. Presenti il Vice Presidente della Camera dei Deputati, Ignazio La Russa, il Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica Militare, Generale di Squadra Aerea Alberto Rosso, il Sindaco di Milano, Giuseppe Sala, insieme ad autorità militari e civili e numerosi rappresentanti della compagine industriale, culturale e sociale del territorio lombardo e non solo. 

A partire già dalla mattinata, l'aeroporto di Linate ha visto affluire numerosissimi spettatori di tutte le età, spesso intere famiglie, appassionati del volo o semplicemente cittadini alla ricerca di un'esperienza diversa dal solito, che hanno potuto godersi le spettacolari evoluzioni di prestigiose pattuglie acrobatiche civili e le dimostrazioni operative eseguite dai velivoli dell'Aeronautica Militare. Attesissimo culmine della manifestazione le spettacolari evoluzioni della Pattuglia Acrobatica Nazionale che, dopo il sorvolo in occasione della cerimonia inaugurale dell'Expo 2015, sono tornate ad esibirsi con l'intero repertorio acrobatico sul capoluogo lombardo dopo ben 53 anni.

Il programma di volo è stato particolarmente ricco. In oltre tre ore si sono esibiti numerosi velivoli e pattuglie civili. Particolare ed interessante l'esibizione della Legend Formation, che riunisce i velivoli da addestramento storici dell'Aeronautica Militare, tra cui il S-208, l'MB-339CD e l'ultimo arrivato, il T-346A, sui quali hanno imparato a volare generazioni di piloti. Molto ampio il segmento conclusivo dello show, interamente dedicato all'Aeronautica Militare che ha presentato diversi assetti, che hanno effettuato dimostrazioni delle proprie capacità operative. Ad aprire la sequenza dedicata all'AM la dimostrazione di ricerca e soccorso con un elicottero HH-139A del 15° Stormo CSAR che, dopo aver attraversato lo spazio della manifestazione spiegando una bandiera tricolore sulle note dell'Inno nazionale, ha mostrato capacità dell'equipaggio e potenzialità dell'assetto con manovre complesse e spettacolari, procedendo poi ad un recupero di personale a terra tramite verricello.

E' seguita l'esibizione dei velivoli AM-X del 51° Stormo, tra i quali anche tre Special Color, ossia velivoli decorati con le particolari livree disegnate per celebrare, esattamente un mese prima dell'air show, i 30 anni di servizio in Aeronautica Militare di questo prestigioso velivolo, che vanta un impiego efficace ed apprezzato sia in Italia che nelle operazioni fuori dai confini nazionali. Particolare interesse ha suscitato l'evento successivo, un'attività di intercettazione di tipo Renegade, ossia effettuata da velivoli militari nei confronti di un jet civile di linea (per l'occasione simulato da un Falcon F900 del 31° Stormo) che presenta una minaccia per la sicurezza dei cittadini, ad esempio in seguito ad un dirottamento. L'intercettazione è stata effettuata da un F-35A e da un Eurofighter, che hanno operato in perfetta sinergia per raggiungere rapidamente, identificare e controllare il velivolo Renegade.  L'evento Renegade è stato seguito da una dimostrazione effettuata da velivoli Tornado del 6° Stormo, assetto che fin dalla sua acquisizione da parte dell'Aeronautica Militare nel 1982 ha consentito lo svolgimento della mission della Forza Armata nell'ambito del consesso internazionale, grazie alle diversificate capacità di interdizione, guerra elettronica e ricognizione offerte dalle sue due versioni IDS e IT-ECR.

A chiudere l'Air Show l'esibizione delle Frecce Tricolori, la Pattuglia Acrobatica Nazionale, che hanno regalato al pubblico di Milano e non solo una presentazione del tradizionale repertorio che le ha rese celebri in tutto il mondo. Una serie serrata di looping, tonneau, virate Schneider e figure storiche quali l'Arizona, il Cardioide e la più recente, risalente al 2015, la Scintilla, hanno condotto in un crescendo appassionante al momento più atteso, la formazione ad "Alona" che, sulle note della romanza "Nessun dorma" cantata dal Maestro Pavarotti, dispiega davanti agli occhi di un pubblico rapito il Tricolore più lungo del mondo.

false

Oltre allo spettacolo in cielo, numerose le attrazioni a carattere aeronautico previste per i visitatori, tra cui i mock-up (repliche) dei velivoli militari AMX, Tornado, Predator ed MB339 PAN nonché il cockpit dello storico velivolo F104. Il pubblico ha potuto visitare anche una torre mobile di controllo del traffico aereo ed una stazione campale di osservazioni meteorologiche. Come sempre, rileva l'Aeronautica sul suo sito, grandissimo successo di pubblico dei simulatori ludici dei velivoli MB339 delle Frecce Tricolori e dell'Eurofighter.  "Per noi è motivo di orgoglio la possibilità di mostrare anche oggi il nostro Tricolore e il nostro essere italiani" ha detto il Generale Rosso nel commentare la manifestazione. "L'Aeronautica Militare testimonia attraverso il volo e la propria professionalità il suo costante servizio alla cittadinanza, anche in eventi come questo, dove il mondo militare e quello civile si uniscono per un momento di festa."

Oltre al Festival del Volo e all'Urban Lake Street Food Festival, oggi si è tenuto anche lo spettacolo di cabaret con Raul Cremona, i Boiler e Antonio Ornano e, in chiusura, i fuochi d'artificio alle 20.30.